1 Dicembre 2021
Expand search form

Quanti Navajo sono sopravvissuti al lungo cammino?

Scorrere verso il basso

Durante un’epoca in cui molte nazioni native si trovarono ad essere rimosse con la forza dalle loro terre d’origine, anche i Navajo (Diné) affrontarono una crescente pressione per lasciare la loro casa ancestrale.

A metà del 1800, gli Stati Uniti emersero come una nazione spinta ad espandere il proprio territorio ad ovest del Mississippi. La Spagna controllava gran parte delle terre che oggi sono conosciute come gli Stati Uniti sud-occidentali e il Messico.

Dopo la guerra messicano-americana e la firma del trattato di Guadalupe Hidalgo nel 1848, gli Stati Uniti erano pronti a prendere più terre e ad aumentare l’insediamento nel sud-ovest. Come molte nazioni native, i Navajo (Diné) firmarono dei trattati e lottarono contro gli sforzi americani per creare dei percorsi dall’est alla California.

Nonostante tutti i loro sforzi, il popolo Navajo (Diné) fu rimosso dalle sue terre dal governo degli Stati Uniti negli anni 1860. Tuttavia, hanno mantenuto la ferma volontà di tornare a casa.

Mappa delle terre dei Navajo

Mappa di Gene Thorp/Cartographic Concepts, Inc. © Smithsonian Institution.

Le patrie tradizionali dei Navajo (Diné) sono segnate da quattro montagne sacre che si estendono attraverso gli odierni Colorado, Nuovo Messico e Arizona.

Secondo le storie tribali, i Navajo (Diné) sono emersi dai mondi inferiori in questa regione, che chiamano Dinétah, o “tra la gente”. Dinétah è il luogo in cui il popolo della terra e il Popolo Sacro hanno interagito; le loro relazioni costituiscono il fondamento delle pratiche culturali che sono alla base della vita dei Navajo (Diné) di oggi.

Dopo molte invasioni da parte della Spagna, del Messico e infine degli Stati Uniti, i Navajo (Diné) hanno organizzato campagne di resistenza per rimanere nelle loro terre ancestrali.

Domanda di discussione

  1. Pensa a un luogo che è importante per te. Quali persone, storie o celebrazioni associ a questo luogo? Perché queste connessioni sono importanti?

Il maggiore generale James H. Carleton ordinò a Christopher (Kit) Carson di sconfiggere la resistenza Navajo (Diné) conducendo una campagna di terra bruciata attraverso le terre dei Navajo (Diné). Carson bruciò i villaggi, macellò il bestiame e distrusse le fonti d’acqua per ridurre i Navajo (Diné) alla fame e alla disperazione.

Con poche scelte, migliaia di Navajo (Diné) si arresero e furono costretti a marciare tra le 250 e le 450 miglia verso la riserva di Bosque Redondo. Pur essendo destinata ad essere una riserva, Bosque Redondo funzionò come un campo di internamento. Gli Stati Uniti vi stazionarono soldati per assicurarsi che i Navajo (Diné) non potessero andarsene.

Fin dall’inizio il piano era quello di costringere i Navajo (Diné) ad adottare i valori culturali americani bianchi; tuttavia, molti Navajo (Diné) resistettero all’assimilazione culturale e avrebbero continuato la lotta fino a quando non fosse stato permesso loro di tornare alle loro terre d’origine.

virgoletta

Se l’esercito collocava i Navajo in una riserva lontana “dai ritrovi e dalle colline e dai nascondigli del loro paese” essi avrebbero “acquisito nuove abitudini, nuove idee, nuovi modi di vivere”. “Civilizzare” i Navajo potrebbe essere realizzato al meglio attraverso i loro figli: “I giovani prenderanno il loro posto senza queste brame: e così, a poco a poco, diventeranno un popolo felice e contento”.

virgoletta

Domande di discussione

  1. Come descriveresti le azioni degli Stati Uniti contro i Navajo (Diné)?
  2. Quali deduzioni puoi fare sul perché gli Stati Uniti volevano rimuovere i Navajo (Diné) dalle loro terre d’origine?

Mappa di Gene Thorp/Cartographic Concepts, Inc. © Smithsonian Institution.

Domanda di discussione

  1. Prendi una mappa e trova una località a 250 miglia da dove vivi. Immagina come sarebbe camminare per quella distanza: quali sfide affronterebbe la gente se fosse costretta a marciare per una distanza simile?

“Questi soldati non hanno alcun riguardo per le donne. Prendevano per moglie la moglie di qualcun altro, e molte volte l’uomo Navajo a cui veniva presa la moglie cercava di allontanare i soldati, ma subito veniva colpito e ucciso e loro prendevano sua moglie”.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quanti Navajo morirono durante la lunga marcia?

200 Navajo
Nel cuore dell’inverno, fecero un viaggio di oltre 300 miglia verso un desolato campo di internamento lungo il fiume Pecos nel New Mexico orientale, chiamato Bosque Redondo Reservation, dove i militari mantenevano un avamposto, Fort Sumner. Lungo la strada, circa 200 Navajos morirono di fame e di esposizione agli elementi.

Continua…

Quanti Navajos furono costretti alla lunga camminata?

Tra il 1863 e il 1866, più di 10.000 Navajo (Diné) furono trasferiti con la forza nella riserva Bosque Redondo di Fort Sumner, nell’attuale Nuovo Messico. Durante la Lunga Passeggiata, gli Stati Uniti L’esercito fece marciare uomini, donne e bambini Navajo (Diné) tra le 250 e le 450 miglia, a seconda del percorso che facevano.

Continua…

Quanti giorni fu la lunga marcia dei Navajo?

1864: I Navajo iniziano la ‘Lunga camminata’ verso la prigionia In una rimozione forzata, l’esercito degli Stati Uniti guida i Navajo sotto la minaccia delle armi mentre camminano dalla loro terra natale in Arizona e Nuovo Messico, a Fort Sumner, a 300 miglia di distanza a Bosque Redondo. Centinaia di persone muoiono durante 18 giorni di marcia.

Continua…

Quanti Navajo sono rimasti?

La Nazione Navajo conta circa 298.000 membri iscritti; è la seconda tribù per popolazione; oltre 173.000 Navajo vivono nella riserva. La popolazione è aumentata di 3,5 volte rispetto alle 50.000 persone che risiedevano nella riserva nel 1940.

Continua…

Quanti nativi americani fecero la lunga camminata?

I Navajos furono costretti a camminare dalla loro terra nell’attuale Arizona fino al New Mexico orientale. Circa 53 diverse marce forzate si verificarono tra l’agosto 1864 e la fine del 1866….Long Walk of the NavajoDeathsAt least 200VictimsNavajo peoplePerpetratorsU.S. Federal Government, U.S. Army5 more rows

Continua…

Dove finì il lungo cammino dei Navajo?

Durante uno stallo finale a Canyon de Chelly, i Navajo si arresero a Kit Carson e alle sue truppe nel gennaio 1864. Seguendo gli ordini dei suoi comandanti dell’esercito americano, Carson diresse la distruzione delle loro proprietà e organizzò la Lunga Passeggiata verso la riserva Bosque Redondo, già occupata dai Mescalero Apache.

Continua…

Il lungo cammino è lo stesso del Sentiero delle Lacrime?

il lungo cammino dei Navajo Saggio. Il Sentiero delle Lacrime si è verificato nel 1838 e circa un quarto della nazione Cherokee perì durante esso. Il lungo cammino dei Navajo avvenne tra il 1863 e il 1866, dove centinaia di Navajo morirono per malattie, fame ed esposizione. …

Continua…

Dove viveva originariamente la tribù Navajo?

La tribù dei nativi americani Navajo è una delle più grandi tribù di indiani d’America. Vivevano nel sud-ovest nelle aree che oggi sono l’Arizona, il Nuovo Messico, il Colorado e lo Utah. Il nome “Navajo” deriva dagli spagnoli che li chiamavano gli Apaches di Navajo.

Continua…

Quale stato ha la più grande popolazione Navajo?

Per superficie, la Nazione Navajo è più grande di dieci stati americani – West Virginia, Maryland, Hawaii, Massachusetts, Vermont, New Hampshire, New Jersey, Connecticut, Delaware e Rhode Island – e del territorio di Puerto Rico….Navajo Nation.Navajo Nation Naabeehó Bináhásdzo (Navajo)PIL$12,8 miliardi (2018)Sito webwww.navajo-nsn.gov23 più righe

Continua…

Chi possiede la Nazione Navajo?

Più del 90% della riserva appartiene tecnicamente al governo degli Stati Uniti, gestita in modo fiduciario dal Bureau of Indian Affairs. Meno dell’1% è una “proprietà a pagamento” di proprietà di individui che possono vendere liberamente la loro terra o costruirci sopra.

Continua…

Quante persone sono sopravvissute al lungo cammino?

Tra le 8.000 e le 9.000 persone si stabilirono su un’area di 40 miglia quadrate (104 km2), con un picco di 9.022 persone nella primavera del 1865.

Continua…

Cosa fece Kit Carson ai Navajo?

James Carlton, Kit Carson ricevette l’ordine di sottomettere i Navajo nel Nuovo Messico attraverso la distruzione dei raccolti e la fame, costringendoli a spostarsi dalle loro terre ancestrali a una lontana e inospitale riserva sul fiume Pecos.

Continua…

Dove finì il lungo cammino dei Navajo?

Riserva di Bosque Redondo
Durante uno stallo finale a Canyon de Chelly, i Navajo si arresero a Kit Carson e alle sue truppe nel gennaio 1864. Seguendo gli ordini del suo comandante degli Stati Uniti Comandanti dell’esercito, Carson diresse la distruzione delle loro proprietà e organizzò il Long Walk verso la riserva Bosque Redondo, già occupata dai Mescalero Apache.

Continua…

Quanto era lungo il Sentiero delle Lacrime?

5.043 miglia
Il Sentiero delle Lacrime è lungo oltre 5.043 miglia e copre nove stati: Alabama, Arkansas, Georgia, Illinois, Kentucky, Missouri, North Carolina, Oklahoma e Tennessee.

Continua…

Quanti Navajo morirono a Bosque Redondo?

Il 1° giugno 1868, i leader Navajo (Diné) firmarono un trattato finale con gli Stati Uniti nella riserva di Bosque Redondo nel Nuovo Messico, dove 2.000 internati Navajo (Diné), uno su quattro, morirono e rimangono sepolti in tombe senza nome.

Continua…

Articolo precedente

Cos’è un Mami Wata?

Articolo successivo

La lingua a fragola è un segno di streptococco?

You might be interested in …

Come si scrive un’Okina hawaiana?

Come si scrive un okina hawaiano? Per digitare l’okina, premi semplicemente il tasto dell’apostrofo. Per digitare un semplice apostrofo, tieni premuto il tasto Right-ALT (PC) o Right-OPTION (MAC) mentre digiti l’apostrofo. Come si scrive Kahako […]

L’uva spina è autofertile?

Sistema di accoppiamento e riproduzione: Questo genere contiene molte specie coltivate o raccolte in natura, così come quelle coltivate nelle fattorie. La maggior parte delle specie sono monoiche, con fiori perfetti. Nel ribes nero (R. […]