2 Dicembre 2021
Expand search form

Quando sono nati i Visigoti?

I Goti erano un popolo nomade germanico che combatté contro il dominio romano tra la fine del 300 e l’inizio del 400 d.C., contribuendo alla caduta dell’impero romano, che aveva controllato gran parte dell’Europa per secoli. Si dice che l’ascesa dei Goti abbia segnato l’inizio del periodo medievale in Europa. Visigoto era il nome dato alle tribù occidentali di Goti, mentre quelle ad est erano chiamate Ostrogoti. Gli antenati dei Visigoti organizzarono un’invasione di successo dell’impero romano, a partire dal 376, e alla fine li sconfissero nella battaglia di Adrianopoli nel 378 d.C.

Dopo aver costretto i Romani a lasciare gran parte del continente europeo, i Goti governarono un’ampia fascia di territorio, dall’attuale Germania ai fiumi Danubio e Don nell’Europa orientale, e dal Mar Nero a sud al Mar Baltico a nord.

Dopo il loro sacco di Roma nel 410 d.C., l’influenza visigota si estese dalla penisola iberica (gli attuali Portogallo e Spagna) fino all’Europa orientale.

Alarico I

Si ritiene che la tribù dei Visigoti discenda da un precedente gruppo di Goti chiamato Thervingi. I Thervingi erano la tribù gotica che per prima invase l’impero romano, nel 376, e sconfisse i romani ad Adrianopoli nel 378.

Dopo Adrianopoli, i Visigoti e i Romani furono entrambi partner commerciali e combattenti in guerra nel decennio successivo. Tuttavia, sotto la guida di Alarico I, il primo re dei Visigoti, la tribù iniziò un’invasione di successo dell’Italia, che incluse il saccheggio di Roma nel 410.

Sconfitti i loro principali rivali per il potere europeo, Alarico e i Visigoti stabilirono il loro regno nella regione della Gallia (l’attuale Francia), inizialmente come nazione periferica dell’impero romano, prima di espandere il loro territorio fino a includere le aree oggi note come Spagna e Portogallo, prendendo queste terre con la forza dai Suebi e dai Vandali, nei primi anni del 500.

All’inizio mantennero relazioni positive con i Romani, ricevendo protezione dallo storico impero.

Tuttavia, i due gruppi caddero presto in disaccordo, e i Visigoti assunsero il pieno governo del loro regno nel 475 sotto il re Euric. Di fatto, i Visigoti mantennero una presenza nella penisola iberica, ponendo fine ai loro modi nomadi, dalla metà del 400 fino all’inizio del 700, quando furono sconfitti da una forza di invasione di Mori africani.

La regione era conosciuta come Regno Visigoto.

Ostrogoti

Gli Ostrogoti, o Goti orientali, vivevano nell’area vicino al Mar Nero (le odierne Romania, Ucraina e Russia).

Come gli altri Goti, gli Ostrogoti fecero frequenti incursioni nel territorio romano finché i loro territori non furono invasi dagli Unni provenienti da più lontano. Ma dopo la morte di Attila gli Ostrogoti furono liberi di espandersi nelle terre romane.

Sotto la guida di Teodorico il Grande, gli Ostrogoti dominarono con successo i governanti della penisola italiana, espandendo i loro territori dal Mar Nero in Italia e più a ovest.

Raccomandato per voi

10 dei più grandi errori nella storia delle World Series

Come le autostrade interstatali hanno sventrato le comunità e rafforzato la segregazione

Come il servizio di Colin Powell in Vietnam ha plasmato la sua leadership

Ma dopo una serie di campagne militari contro l’imperatore bizantino Giustiniano e altri rivali, gli Ostrogoti scomparvero dalla storia.

Codice Visigoto

Nel 643, il re visigoto Chindasuinth ordinò la scrittura del cosiddetto Codice Visigoto o Legge dei Visigoti. Queste leggi furono poi ampliate sotto il figlio di Chindasuinth, Recceswinth, nel 654.

In particolare, il Codice Visigoto si applicava allo stesso modo ai Goti conquistatori e alla popolazione generale del regno, la maggior parte dei quali aveva radici romane e aveva vissuto precedentemente sotto le leggi romane. Esso pose effettivamente fine alla differenziazione tra i “gothi” e i “romani” agli occhi della legge, decretando che tutti coloro che risiedevano all’interno del regno visigoto erano considerati “hispani”.

(Il termine “hispani” è un precursore dell’attuale termine “ispanico”, che è usato per descrivere le persone di origine spagnola).

Il codice visigoto combinava anche elementi di diritto romano, cattolico e tribale germanico, stabilendo regole per il matrimonio e l’eredità della proprietà. È interessante notare che il Codice era notevolmente progressivo per quanto riguarda i diritti delle donne, che erano autorizzate a ereditare proprietà e gestire beni in modo indipendente, separate dai loro mariti e/o parenti maschi.

Secondo il Codice, le donne potevano anche rappresentarsi da sole nei procedimenti legali e organizzare i propri matrimoni.

Alcuni elementi del codice visigoto sono sopravvissuti a lungo dopo la scomparsa del regno. Gli storici hanno trovato riferimenti al Codice nelle carte monastiche redatte sotto il Regno di Galizia nel X secolo. Ed è noto per aver formato la base delle leggi stabilite dai Mori dopo la loro conquista del regno all’inizio del 700.

Sotto il dominio dei Mori, i cristiani erano autorizzati a vivere secondo le proprie leggi, purché non fossero in conflitto con quelle degli africani conquistatori. Questo riecheggia molti dei principi del codice visigoto.

Una traduzione catalana dell’originale codice visigoto risale al 1050 ed è tra i più antichi testi nella lingua parlata nella regione intorno all’attuale Barcellona.

L’eredità dei Visigoti

Prima della loro caduta, i Visigoti crearono un’eredità che sopravvive in parte ancora oggi.

Per esempio, i Visigoti, come la maggior parte delle tribù gotiche, si convertirono gradualmente dal paganesimo tedesco al cristianesimo nel corso del quinto e sesto secolo. Tuttavia, inizialmente adottarono la forma ariana della religione, in opposizione alla forma nizzarda, o cattolica, praticata dalla maggior parte di Roma.

Così i romani considerarono i Visigoti cristiani come eretici fino a quando non si convertirono finalmente al cattolicesimo nel settimo secolo. Molte chiese cattoliche costruite dai Visigoti in Spagna e Portogallo sopravvivono ancora oggi, compresa Santa María de Melque nell’odierna Toledo, in Spagna.

I Visigoti lasciarono anche la loro impronta stabilendo il Codice Visigoto come quadro di riferimento per la redazione delle leggi nazionali.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quando finirono i Visigoti?

In realtà, i Visigoti mantennero una presenza nella penisola iberica, finendo i loro modi nomadi, dalla metà del 400 fino ai primi anni del 700, quando furono sconfitti da una forza di invasione di Mori africani. La regione era conosciuta come Regno Visigoto.

Continua…

Quando i Visigoti invasero?

Il 24 agosto 410, i Visigoti entrarono a Roma attraverso la sua Porta Salaria, secondo alcuni aperta a tradimento, secondo altri per mancanza di cibo, e saccheggiarono la città per tre giorni.

Continua…

Qual è la differenza tra Goti e Visigoti?

Visigoti significa i “buoni” o “nobili” Goti, mentre Ostrogoti significa “Goti del Sol Levante” o “Goti dell’Est”.

Continua…

Perché i Visigoti sono scomparsi?

Nel 711, una forza di invasione di arabi e berberi sconfisse i Visigoti nella battaglia di Guadalete. Il loro re, Roderico, e molti membri della loro élite di governo furono uccisi e il loro regno crollò rapidamente. … Molti nomi visigoti sono ancora in uso nelle moderne lingue spagnola e portoghese.

Continua…

Dove sono andati gli Unni?

Altri storici ritengono che gli Unni abbiano avuto origine dal Kazakistan o da altre parti dell’Asia. Prima del IV secolo, gli Unni viaggiavano in piccoli gruppi guidati da capi tribù e non avevano un re o un capo individuale conosciuto. Arrivarono nell’Europa sud-orientale intorno al 370 d.C. e conquistarono un territorio dopo l’altro per oltre 70 anni.

Continua…

Quando Attila unì gli Unni?

I primi anni di vita e la presa di controllo dell’impero unno Nato in Pannonia, una provincia dell’impero romano (l’attuale Transdanubia, Ungheria), nel 406 circa, Attila l’Unno e suo fratello, Bleda, furono nominati co-reggenti degli Unni nel 434.

Continua…

Quando i Visigoti divennero spagnoli?

La Spagna diventa parte dell’impero visigoto Durante il IV secolo d.C. la penisola iberica fu invasa da tribù germaniche (Suevi, Vandali e Alani). L’impero romano era in declino e all’inizio del V secolo aveva perso tutto tranne Tarraconensis (Tarragona).

Continua…

Dove fu la battaglia della foresta di Teutoburgo?

Foresta di Teutoburgo
Osnabrück
Battaglia della Foresta di Teutoburgo/Localizzazioni

Continua…

Dove è sepolto Alarico?

Busento, Italia
Alarico I/Luogo di sepoltura

Continua…

Gengis Khan era un unno?

Gengis Khan era di pura ascendenza mongola e potrebbe essere stato un discendente molto lontano della stessa razza che ha prodotto Attila. I mongoli erano un popolo di pastori nomadi delle steppe dell’Asia centrale. Sia Attila che Gengis Khan governarono interamente per paura.

Continua…

Che aspetto avevano gli unni?

Aspetto fisico. Le antiche descrizioni degli Unni sono uniformi nel sottolineare il loro strano aspetto da una prospettiva romana. Queste descrizioni tipicamente caricaturano gli unni come mostri. Jordanes ha sottolineato che gli Unni erano di bassa statura, avevano la pelle abbronzata e teste rotonde e informi.

Continua…

Che aspetto aveva veramente Attila l’Unno?

Basso di statura, con un petto largo e una testa grande; i suoi occhi erano piccoli, la sua barba sottile e cosparsa di grigio; e aveva un naso piatto e la pelle bruna, mostrando la prova della sua origine.

Continua…

Attila l’Unno era bianco?

Kim sostiene che la composizione degli Unni divenne progressivamente più “caucasica” durante la loro permanenza in Europa; nota che nella battaglia di Chalons (451), “la grande maggioranza” dell’entourage e delle truppe di Attila sembra essere stata di origine europea, mentre Attila stesso sembra aver avuto tratti dell’Asia orientale.

Continua…

Arminio era una persona reale?

Arminio, tedesco Hermann, (nato nel 18 a.C.? – morto nel 19 a.C.), capo tribale tedesco che inflisse una grande sconfitta a Roma distruggendo tre legioni sotto Publio Quintilio Varo nella foresta di Teutoburgo (a sud-est della moderna Bielefeld, Germania), nella tarda estate del 9 a.C.

Continua…

Chi era imperatore durante la foresta di Teutoburgo?

L’imperatore Augusto
Alla notizia della sconfitta, l’imperatore Augusto, secondo lo storico romano Svetonio ne I dodici Cesari, era così scosso che si mise a sbattere la testa contro le pareti del suo palazzo, gridando ripetutamente: Quintili Vare, legiones redde! (Quintilio Varo, ridammi le mie legioni!)

Continua…

Di che razza era Attila l’Unno?

Gli Unni erano un gruppo di nomadi eurasiatici, provenienti da est del Volga, che migrarono in Europa occidentale verso il 370 e vi costruirono un enorme impero. Le loro principali tecniche militari erano il tiro con l’arco a cavallo e il lancio del giavellotto.

Continua…

Quale tribù era Alarico?

Secondo Jordanes, un burocrate romano del VI secolo di origine gotica – che più tardi si dedicò alla storia – Alarico era nato sull’isola di Peuce, alla foce del delta del Danubio, nell’attuale Romania, e apparteneva alla nobile dinastia Balti dei Goti Tervingi.

Continua…

Articolo precedente

Quanto tempo prima che la Preeclampsia sia pericolosa?

Articolo successivo

I materassi Zinus sono buoni?

You might be interested in …

Cosa si mette prima su un albero di Natale?

wikiHow è un “wiki”, simile a Wikipedia, il che significa che molti dei nostri articoli sono co-scritti da più autori. Per creare questo articolo, 52 persone, alcune anonime, hanno lavorato per modificarlo e migliorarlo nel […]

Cosa si intende per design pattern in Java?

Nell’ingegneria del software, un design pattern è una soluzione generale ripetibile ad un problema che si verifica comunemente nella progettazione del software. Un design pattern non è un design finito che può essere trasformato direttamente […]

Come si calcola la miscela di olio e gas?

I motori a due tempi funzionano con una miscela di benzina e olio. Ogni tipo di motore è progettato per funzionare con uno specifico rapporto di miscela gas-olio. Per confermare il rapporto corretto per la […]