2 Dicembre 2021
Expand search form

Quali paesi furono coinvolti nel ponte aereo di Berlino?

Dopo la seconda guerra mondiale, gli alleati divisero la Germania sconfitta in una zona occupata dai sovietici, una zona occupata dagli americani, una zona occupata dagli inglesi e una zona occupata dai francesi. Berlino, la capitale tedesca, si trovava nella zona sovietica, ma era anch’essa divisa in quattro sezioni. Nel giugno 1948, i russi – che volevano Berlino tutta per loro – chiusero tutte le autostrade, le ferrovie e i canali dalla Germania occupata a ovest a Berlino occupata a ovest. Questo, credevano, avrebbe reso impossibile per la gente che viveva lì ottenere cibo o altri rifornimenti e alla fine avrebbe spinto la Gran Bretagna, la Francia e gli Stati Uniti fuori dalla città per sempre. Invece di ritirarsi da Berlino Ovest, tuttavia, gli Stati Uniti e i loro alleati decisero di rifornire i loro settori della città dall’aria. Questo sforzo, conosciuto come “Berlin Airlift”, durò più di un anno e trasportò più di 2,3 milioni di tonnellate di merci a Berlino Ovest.

Il ponte aereo di Berlino: La spartizione di Berlino

Quando la Seconda Guerra Mondiale finì nel 1945, le potenze alleate tennero le conferenze di pace a Yalta e Potsdam per determinare come avrebbero diviso i territori della Germania. Gli accordi divisero la nazione sconfitta in quattro “zone di occupazione alleate”: Hanno dato la parte orientale del paese all’Unione Sovietica e la parte occidentale agli Stati Uniti e alla Gran Bretagna. A loro volta, queste nazioni accettarono di cedere una piccola parte dei loro territori alla Francia.

Lo sapevi? Durante il ponte aereo di Berlino, un aereo alleato decollava o atterrava a Berlino Ovest ogni 30 secondi. Gli aerei fecero quasi 300.000 voli in tutto.

Anche se Berlino si trovava interamente nella parte sovietica del paese (si trovava a circa 100 miglia dal confine tra le zone di occupazione orientale e occidentale), gli accordi di Yalta e Potsdam hanno ugualmente diviso la capitale tedesca in settori alleati: I sovietici presero la metà orientale, mentre gli altri alleati presero quella occidentale. Questa occupazione di Berlino, governata da un’agenzia multipotenza chiamata Kommandatura, iniziò nel giugno 1945.

I sovietici erano insoddisfatti di questo accordo. Per due volte, nella memoria recente, erano stati invasi dalla Germania e non avevano alcun interesse a promuovere la riunificazione di quel paese, anche se sembrava che fosse esattamente ciò che gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e la Francia avevano in mente. Per esempio, nel 1947 gli americani e i britannici unirono i loro due settori in un’unica “Bizonia”, e anche i francesi si stavano preparando ad unirsi. Nel 1948, i tre alleati occidentali crearono una nuova moneta unica (il Deutsche Mark) per tutte le loro zone di occupazione – una mossa che i sovietici temevano avrebbe fatalmente svalutato i Reichsmark già iperinflazionati che usavano all’est. Per i sovietici, fu l’ultima goccia.

Raccomandato per voi

Il dimenticato NFL Quarterback che ha dominato l’era pre-Super Bowl

Carter vince le World Series con un fuoricampo

Quando i nativi americani sono stati massacrati in nome della “civiltà

Il ponte aereo di Berlino: Il blocco di Berlino

I russi erano anche preoccupati per una Berlino Ovest unificata: una città capitalista situata proprio nel mezzo della loro zona di occupazione che probabilmente sarebbe stata fortemente e aggressivamente anti-sovietica. Decisero che bisognava fare qualcosa per fermare questo unificazionismo strisciante. Si ritirarono dalla Kommandatura e iniziarono un blocco di Berlino Ovest, una manovra che speravano avrebbe effettivamente affamato le potenze occidentali fuori da Berlino. Se la Germania Ovest doveva diventare un proprio paese, sostenevano, allora Berlino, situata a più di 100 miglia dal suo confine, non poteva più essere la sua capitale.

Il 24 giugno 1948, le autorità sovietiche annunciarono che l’Autobahn, l’autostrada che collegava la Germania occidentale a Berlino, sarebbe stata chiusa indefinitamente “per riparazioni”. Poi, fermarono tutto il traffico stradale da ovest a est, e impedirono a tutte le chiatte e al traffico ferroviario di entrare a Berlino Ovest. Così iniziò il blocco di Berlino.

Per gli alleati occidentali, il ritiro dalla città non era un’opzione. “Se ci ritiriamo”, disse il comandante militare americano, “la nostra posizione in Europa è minacciata e il comunismo dilagherà”. Il presidente Harry Truman fece eco a questo sentimento: “Resteremo”, dichiarò, “punto”. Usare la forza militare per contrattaccare il blocco sovietico sembrava ugualmente poco saggio: Il rischio di trasformare la Guerra Fredda in una guerra vera e propria – peggio ancora, una guerra nucleare – era semplicemente troppo grande. Trovare un altro modo per rifornire la città sembrava agli alleati l’unica risposta ragionevole.

Il ponte aereo di Berlino: “Inizia l’operazione “VITTLES

Fu presto deciso: gli alleati avrebbero rifornito i loro settori di Berlino dall’aria. Gli aerei da carico alleati avrebbero usato corridoi aerei aperti sopra la zona di occupazione sovietica per consegnare cibo, carburante e altri beni alla gente che viveva nella parte occidentale della città. Questo progetto, chiamato in codice “Operazione VITTLES” dall’esercito americano, era conosciuto come il “ponte aereo di Berlino”. (I berlinesi occidentali lo chiamavano “ponte aereo”).

Il ponte aereo di Berlino doveva essere una misura a breve termine, ma si stabilì per il lungo periodo, dato che i sovietici si rifiutarono di togliere il blocco. Per più di un anno, centinaia di aerei da carico americani, britannici e francesi traghettarono provviste dall’Europa occidentale agli aeroporti di Tempelhof (nel settore americano), Gatow (nel settore britannico) e Tegel (nel settore francese) a Berlino Ovest. All’inizio dell’operazione, gli aerei consegnarono circa 5.000 tonnellate di rifornimenti a Berlino Ovest ogni giorno; alla fine, questi carichi erano aumentati a circa 8.000 tonnellate di rifornimenti al giorno. Gli alleati trasportarono circa 2,3 milioni di tonnellate di merci in tutto nel corso del ponte aereo.

La vita a Berlino Ovest durante il blocco non era facile. Il carburante e l’elettricità erano razionati, e il mercato nero era l’unico posto per ottenere molti beni. Tuttavia, la maggior parte dei berlinesi occidentali sosteneva il ponte aereo e i loro alleati occidentali. “Fa freddo a Berlino”, diceva un detto dell’epoca del ponte aereo, “ma fa più freddo in Siberia”.

Il ponte aereo di Berlino: La fine del blocco

Nella primavera del 1949, era chiaro che il blocco sovietico di Berlino Ovest era fallito. Non aveva persuaso i berlinesi occidentali a respingere i loro alleati dell’Ovest, né aveva impedito la creazione di uno stato tedesco occidentale unificato. (Il 12 maggio 1949 i sovietici rimossero il blocco e riaprirono le strade, i canali e le ferrovie nella metà occidentale della città. Gli alleati continuarono il ponte aereo fino a settembre, tuttavia, perché volevano accumulare rifornimenti a Berlino nel caso in cui il blocco fosse stato ripristinato.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Chi partecipò al ponte aereo di Berlino?

Il 26 giugno 1948, i piloti statunitensi e britannici iniziano a consegnare cibo e rifornimenti in aereo a Berlino dopo che la città è stata isolata da un blocco dell’Unione Sovietica. Quando la seconda guerra mondiale finì nel 1945, la Germania sconfitta fu divisa in zone di occupazione sovietica, americana, britannica e francese.

Continua…

Quali paesi furono coinvolti nel blocco di Berlino?

Blocco di Berlino, crisi internazionale nata da un tentativo dell’Unione Sovietica, nel 1948-49, di costringere le potenze occidentali alleate (Stati Uniti, Regno Unito e Francia) ad abbandonare le loro giurisdizioni post Seconda Guerra Mondiale a Berlino Ovest.

Continua…

Chi ha partecipato alla corsa agli armamenti?

Test di armi nucleari, 1956La distruzione delle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki da parte delle armi atomiche americane nell’agosto 1945 iniziò una corsa agli armamenti tra Stati Uniti e Unione Sovietica. Questo durò fino alla firma del trattato sulle forze convenzionali in Europa del novembre 1990.

Continua…

Che tipo di rifornimenti sono stati trasportati per via aerea a Berlino?

In risposta al blocco sovietico delle rotte terrestri verso Berlino Ovest, gli Stati Uniti iniziano un massiccio ponte aereo di cibo, acqua e medicine per i cittadini della città assediata. Per quasi un anno, i rifornimenti degli aerei americani hanno sostenuto gli oltre 2 milioni di persone a Berlino Ovest.

Continua…

Che tipo di rifornimenti furono trasportati per via aerea a Berlino Quanto?

Nel corso del ponte aereo, 2,34 milioni di tonnellate di cibo, carbone, carburante e altre forniture vitali furono consegnate ai 2,2 milioni di abitanti di Berlino. Più di 277.000 voli con 300 aerei hanno partecipato all’operazione, la più grande del suo genere.

Continua…

Dove fu costruita la bomba H?

In un’operazione dal nome in codice Mike, la prima arma termonucleare (bomba all’idrogeno) fu fatta esplodere nell’atollo di Enewetak, nelle isole Marshall, il 1° novembre 1952. Edward Teller, Stanislaw M. Ulam e altri scienziati americani svilupparono la prima bomba all’idrogeno, che fu testata nell’atollo di Enewetak il 1° novembre 1952.

Continua…

Chi ha iniziato la guerra fredda?

La Guerra Fredda è iniziata dopo la resa della Germania nazista nel 1945, quando la difficile alleanza tra Stati Uniti e Gran Bretagna da un lato e l’Unione Sovietica dall’altro ha iniziato a crollare.

Continua…

Quale impatto ebbe il ponte aereo di Berlino sulla Germania e sull’Europa orientale?

Quale impatto ebbe il ponte aereo sulla popolazione della Germania e dell’Europa dell’Est? Ha dato alla gente in Germania la sensazione di non essere soli. La Gran Bretagna fece circa 277.000 mila voli su Berlino, trasportando oltre 2,3 milioni di tonnellate di rifornimenti nella città.

Continua…

Quanti voli furono effettuati durante il ponte aereo di Berlino?

Lo sapevi? Durante il ponte aereo di Berlino, un aereo di rifornimento alleato decollò o atterrò a Berlino Ovest ogni 30 secondi. Gli aerei hanno fatto quasi 300.000 voli in tutto.

Continua…

Quale impatto ebbe il ponte aereo di Berlino sulla Germania e sull’Europa dell’Est?

Quale impatto ebbe il ponte aereo sulla popolazione della Germania e dell’Europa dell’Est? Ha dato alla gente in Germania la sensazione di non essere soli. La Gran Bretagna fece circa 277.000 mila voli su Berlino, trasportando oltre 2,3 milioni di tonnellate di rifornimenti nella città.

Continua…

Quante persone furono trasportate durante il ponte aereo di Berlino?

Durante l’intero ponte aereo, gli Stati Uniti e il Regno Unito consegnarono più di 2,3 milioni di tonnellate di cibo, carburante e rifornimenti a Berlino Ovest attraverso più di 278.000 lanci aerei. Gli equipaggi americani fecero più di 189.000 voli, per un totale di quasi 600.000 ore di volo e oltre 92 milioni di miglia.

Continua…

Chi ha costruito la bomba a idrogeno?

Edward Teller
Arma termonucleare/Inventori

Continua…

Qualcuno ha lanciato una bomba all’idrogeno?

Gli Stati Uniti conducono il primo test aereo di una bomba all’idrogeno migliorata, lanciandola da un aereo sopra la piccola isola di Namu nell’atollo di Bikini nell’Oceano Pacifico il 21 maggio 1956.

Continua…

Quali paesi parteciparono alla Seconda Guerra Mondiale?

I principali combattenti erano le potenze dell’Asse (Germania, Italia e Giappone) e gli Alleati (Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Unione Sovietica e, in misura minore, la Cina). Leggi il Patto Tripartito, l’accordo che legava Germania, Italia e Giappone in un’alleanza difensiva.

Continua…

Cosa realizzò il ponte aereo di Berlino?

Nella primavera del 1949, il ponte aereo di Berlino ebbe successo. Gli alleati occidentali dimostrarono di poter sostenere l’operazione a tempo indeterminato. … L’11 maggio 1949, Mosca tolse il blocco di Berlino Ovest. La crisi di Berlino del 1948-1949 consolidò la divisione dell’Europa.

Continua…

Quali erano i tre nomi del ponte aereo di Berlino?

Il ponte aereo di Berlino: Inizia l'”Operazione VITTLES” Questo progetto, chiamato in codice “Operazione VITTLES” dai militari americani, era conosciuto come il “ponte aereo di Berlino”. (I berlinesi occidentali lo chiamavano “ponte aereo”).

Continua…

Articolo precedente

Ci sono squali a Coronado Beach?

Articolo successivo

Cos’è un germoglio in una pianta?

You might be interested in …

Come si regolano gli angoli di caster?

La prima fase della regolazione e della messa a punto dell’angolo di caster è quella di misurare e capire cosa ha attualmente il tuo veicolo. Ci sono due modi principali per misurare l’angolo di caster: […]

Quando si dovrebbero svernare le piante?

Può essere abbastanza costoso comprare tutte le nuove piante ogni primavera. Inoltre non c’è garanzia che il vostro garden center locale avrà la vostra pianta preferita l’anno prossimo. Alcune piante che coltiviamo come annuali nelle […]

Cosa cresce solo alle Hawaii?

Fiori popolari su Maui (e alberi da fiore) Di tutti i tipi di fiori che crescono alle Hawaii, la diversità a Maui è sicura di impressionare anche il botanico più istruito. Molti tipi si riconoscono […]