1 Dicembre 2021
Expand search form

Qual è lo scopo del discorso di Churchills sangue, fatica, lacrime e sudore?

Il 10 maggio 1940 Winston Churchill divenne primo ministro. Quando incontrò il suo gabinetto il 13 maggio disse loro che “non ho niente da offrire se non sangue, fatica, lacrime e sudore”. Ripeté questa frase più tardi nel corso della giornata, quando chiese alla Camera dei Comuni un voto di fiducia nel suo nuovo governo multipartitico. La risposta dei laburisti è stata calorosa; la reazione dei conservatori è stata tiepida. Volevano ancora davvero Neville Chamberlain. Per la prima volta, il popolo aveva speranza, ma Churchill commentò al generale Ismay: “Povera gente, povera gente. Si fidano di me, e io non posso dar loro altro che un disastro per un bel po’ di tempo”.

Che questo Parlamento accoglie con favore la formazione di un governo che rappresenta la determinazione unita e inflessibile della nazione a proseguire la guerra con la Germania fino a una conclusione vittoriosa.

Palazzo di Westminster, Londra

2021 Conferenza Internazionale Churchill

Venerdì sera scorso ho ricevuto l’incarico da Sua Maestà di formare una nuova amministrazione. È evidente il desiderio e la volontà del Parlamento e della nazione che questa sia concepita sulla più ampia base possibile e che includa tutti i partiti, sia quelli che hanno sostenuto l’ultimo governo che i partiti dell’opposizione. Ho completato la parte più importante di questo compito. Un Gabinetto di Guerra è stato formato da cinque membri, che rappresentano, con i liberali dell’opposizione, l’unità della nazione. I tre leader dei partiti hanno accettato di servire, o nel Gabinetto di Guerra o in un alto ufficio esecutivo. I tre Servizi di combattimento sono stati riempiti. Era necessario che questo fosse fatto in un solo giorno, a causa dell’estrema urgenza e del rigore degli eventi. Un certo numero di altre posizioni, posizioni chiave, sono state occupate ieri, e sto presentando un ulteriore elenco a Sua Maestà questa sera. Spero di completare la nomina dei principali ministri durante domani. La nomina degli altri ministri di solito richiede un po’ più di tempo, ma confido che, quando il Parlamento si riunirà di nuovo, questa parte del mio compito sarà completata, e che l’amministrazione sarà completa in tutti gli aspetti.

Ho ritenuto che fosse nell’interesse pubblico suggerire la convocazione della Camera per oggi. Il signor Presidente ha accettato, e ha preso le misure necessarie, in conformità con i poteri conferitigli dalla risoluzione della Camera. Alla fine dei lavori di oggi, sarà proposto l’aggiornamento della Camera fino a martedì 21 maggio, con, naturalmente, la possibilità di anticipare la riunione, se necessario. Gli affari da considerare durante quella settimana saranno notificati ai membri alla prima opportunità. Invito ora l’Assemblea, con la Mozione che porta il mio nome, a registrare la sua approvazione dei passi fatti e a dichiarare la sua fiducia nel nuovo Governo.

Formare un’amministrazione di questa portata e complessità è un’impresa seria in sé, ma bisogna ricordare che siamo nella fase preliminare di una delle più grandi battaglie della storia, che siamo in azione in molti altri punti in Norvegia e in Olanda, che dobbiamo essere preparati nel Mediterraneo, che la battaglia aerea è continua e che molti preparativi, come è stato indicato dal mio onorevole amico sotto la passerella, devono essere fatti qui a casa. In questa crisi spero di essere perdonato se non mi rivolgo all’Assemblea oggi. Spero che tutti i miei amici e colleghi, o ex-colleghi, che sono colpiti dalla ricostruzione politica, faranno l’indulgenza, tutta l’indulgenza, per qualsiasi mancanza di cerimonia con cui è stato necessario agire. Vorrei dire all’Assemblea, come ho detto a coloro che si sono uniti a questo governo: “Non ho niente da offrire se non sangue, fatica, lacrime e sudore”.

Abbiamo davanti a noi una prova del tipo più doloroso. Abbiamo davanti a noi molti, molti lunghi mesi di lotta e di sofferenza. Voi chiedete: qual è la nostra politica? Io posso dire: È fare la guerra, per mare, per terra e per aria, con tutte le nostre forze e con tutta la forza che Dio può darci; fare la guerra contro una mostruosa tirannia, mai superata nell’oscuro, deplorevole catalogo dei crimini umani. Questa è la nostra politica. Voi chiedete: qual è il nostro scopo? Posso rispondere con una sola parola: è la vittoria, la vittoria a tutti i costi, la vittoria a dispetto di tutto il terrore, la vittoria, per quanto lunga e dura possa essere la strada; perché senza vittoria non c’è sopravvivenza. Che questo si realizzi; nessuna sopravvivenza per l’impero britannico, nessuna sopravvivenza per tutto ciò che l’impero britannico ha rappresentato, nessuna sopravvivenza per la spinta e l’impulso dei secoli, che l’umanità vada avanti verso la sua meta. Ma assumo il mio compito con coraggio e speranza. Sono sicuro che la nostra causa non sarà lasciata fallire tra gli uomini. In questo momento mi sento in diritto di reclamare l’aiuto di tutti, e dico: “Vieni dunque, andiamo avanti insieme con le nostre forze unite”.

Per favore aiuta a sostenere la International Churchill Society – Unisciti o fai una donazione oggi stesso.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Qual era l’idea principale del discorso di Winston Churchill?

Il titolo del suo discorso era “The Sinews of Peace”, ma il suo messaggio principale era che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna dovevano affrontare un’Unione Sovietica sempre più aggressiva.

Continua…

Qual è lo scopo delle immagini di sangue, fatica, lacrime e sudore?

Churchill allude al libro biblico di Luca (22:44) quando dice: “Non ho altro da offrire che sangue, fatica, lacrime e sudore”. Questo appello al pathos è fondato su immagini vivide che preannunciano i cupi giorni che lo attendono.

Continua…

Qual era lo scopo del discorso di Churchill in tempo di guerra?

Mentre la guerra infuriava, Churchill usava i discorsi per cercare di sollevare gli spiriti del pubblico, anche quando doveva dettagliare scenari orribili della guerra. “Hitler sa che dovrà spezzarci in quest’isola o perdere la guerra.

Continua…

Qual è il tono del discorso di Winston Churchill sangue, fatica, lacrime e sudore?

Il tono di Churchill era estremamente urgente ed estremamente serio. Era così perché la Gran Bretagna era in un grande punto di crisi nella guerra contro Hitler.

Continua…

Quali dispositivi retorici usa Churchill in sangue, fatica, lacrime e sudore?

Un’allusione è un riferimento a persone, eventi o letteratura che l’oratore considera rilevante per raggiungere le sue intenzioni. L’allusione più memorabile del discorso è “sangue, fatica, lacrime e sudore”, che è anche il modo in cui il discorso è stato conosciuto.

Continua…

Qual è lo scopo del discorso di Churchill quizlet?

Churchill descrisse chiaramente che uno scopo primario del suo discorso era quello di sostenere una “relazione speciale” ancora più stretta tra gli Stati Uniti e la Gran Bretagna – le grandi potenze del “mondo di lingua inglese” – nell’organizzazione e nel controllo del mondo postbellico.

Continua…

Qual è il messaggio principale del discorso di Winston Churchill “We shall fight the beaches”, pronunciato davanti ai Comuni il 4 giugno 1940?

In questo discorso, Churchill doveva descrivere un grande disastro militare e avvertire di un possibile tentativo di invasione da parte della Germania nazista, senza mettere in dubbio la vittoria finale.

Continua…

Quali erano gli scopi del discorso di Churchill e quanto fu efficace?

Nel suo discorso, Churchill continuò a sostenere che forti relazioni americano-britanniche erano essenziali per fermare la diffusione del comunismo e mantenere la pace in Europa. Il suo discorso fu ampiamente efficace. Poco dopo, il presidente Harry Truman prese una posizione dura contro l’espansione sovietica.

Continua…

Qual è il tono generale del discorso di Churchill?

Il tono di Churchill era estremamente urgente ed estremamente serio. Era così perché la Gran Bretagna era in un grande punto di crisi nella guerra contro Hitler.

Continua…

Qual è il tono del discorso di Churchill?

Il tono è di sfida, tinto di brutale realismo. Con il fallimento dell’appeasement e la successiva dichiarazione di guerra della Gran Bretagna alla Germania nazista, il futuro immediato del paese appariva davvero molto cupo.

Continua…

Come usa Churchill l’ethos nel suo discorso?

Ha usato l’ethos sia per dare speranza al popolo che per fargli vedere che si sarebbe tenuto responsabile delle azioni sotto il suo controllo. Questo è evidente nella parte del discorso in cui Churchill parla della marina britannica: “Alcune persone sembrano dimenticare che abbiamo una marina. Dobbiamo ricordarglielo.

Continua…

Come usa Churchill il pathos?

Churchill fa appello al pathos, alle emozioni del suo pubblico, quando caratterizza la Germania come “una mostruosa tirannia”. L’immagine di un mostro evoca la paura in senso primordiale, e la minaccia della tirannia produce una paura di tipo politico, anche se ancora potente.

Continua…

Qual è lo scopo di Churchill per scrivere questo discorso e chi è il suo pubblico?

7.1 Scopo del discorso Lo scopo del discorso di Churchill del 4 giugno era quello di riferire sulla Liberazione di Dunkerque, di radunare e rassicurare la sua nazione, e di convincere il mondo – gli Stati Uniti in particolare – che la Gran Bretagna era determinata a continuare la guerra fino alla sconfitta della Germania.

Continua…

Qual era lo scopo della cortina di ferro quizlet?

La cortina di ferro era presidiata e difesa militarmente contro l’Occidente dal Patto di Varsavia. Combinava l’Armata Rossa sovietica e le truppe dei nuovi stati comunisti a partito unico dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Continua…

Qual era lo scopo del discorso We shall fight on the beaches?

Il discorso fu il primo di molti che Churchill fece nel 1940, mentre cercava di incoraggiare il pubblico britannico a raccogliere la sfida e non abbandonare la speranza. Alcuni storici sostengono che uno dei principali obiettivi di questo discorso era quello di attirare maggiore interesse e sostegno dagli Stati Uniti, che a quel punto non erano coinvolti nella guerra.

Continua…

Articolo precedente

Cos’è la tassa di conto del mutuo?

Articolo successivo

Come si configura SSL in WebSphere Application Server 8.5 su Linux?

You might be interested in …

I procioni possono salire sui tetti?

Arrampicarsi è uno degli istinti naturali del procione, e con zampe e arti progettati per arrampicarsi su una varietà di superfici, non è una sorpresa che i procioni siano spesso un problema che può apparire […]

Quale auto esplode quando viene tamponata?

Al giorno d’oggi, la maggior parte delle persone sono consapevoli che la defunta grande Ford Pinto era ampiamente considerata una trappola mortale durante il suo regno del terrore dal 1970 al 1980. Questo è dovuto […]

Come si insegna la consapevolezza fonologica?

Le abilità di consapevolezza fonologica sono i mattoni del futuro successo nella lettura. È importante aiutare i tuoi piccoli studenti a sviluppare le abilità di consapevolezza fonologica nella scuola materna, nell’asilo e nella scuola materna, […]