2 Dicembre 2021
Expand search form

Qual è la differenza tra Haccp e Harpc?

91917HACPPvsHAPRC.png

HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) e HARPC (Hazard Analysis and Risk-Based Preventive Controls) condividono più di quattro lettere. Sono entrambi standard di sicurezza alimentare basati sulla prevenzione, ma differiscono nell’esecuzione. Le loro differenze e le somiglianze non sono così importanti come il modo in cui si integrano per la maggior parte delle aziende di trasformazione alimentare. Un piano HARPC non dovrebbe essere considerato come una sostituzione, ma come un aggiornamento necessario al piano HACCP convenzionale. Capire come i sistemi si adattano l’uno all’altro è il primo passo verso l’implementazione di entrambi.

HARPC come aggiornamento dell’HACCP
L’HACCP è già ampiamente utilizzato a causa dei requisiti dei rivenditori, degli standard di controllo e degli ispettori, anche se USDA e FDA lo impongono solo per la carne, i frutti di mare e i succhi di frutta. Come standard globale concettualizzato negli anni 60, HACCP è stato continuamente sviluppato e aggiornato. HACCP richiede un team multidisciplinare per l’implementazione e segue delle fasi prescrittive.

HARPC copre i problemi di sicurezza alimentare al di là dei CCP ed è richiesto dalla FDA per la maggior parte delle strutture, con alcune esenzioni. Invece di guardare solo alle fasi del processo in cui i controlli possono essere applicati (come nei piani HACCP), HARPC si basa sui regolamenti FDA applicabili, sugli standard e sui documenti guida per sviluppare un piano di controlli preventivi.

Come funziona HACCP
L’HACCP è un approccio preventivo basato sul rischio riconosciuto a livello globale e raccomandato dalla Commissione del Codex Alimentarius (o “Codice alimentare”) e dal Comitato consultivo nazionale sui criteri microbiologici per gli alimenti. Si concentra comunemente sul controllo dei tre principali pericoli per la sicurezza alimentare: biologico, chimico e fisico. Gli obiettivi primari (in ordine di priorità) sono prevenire il verificarsi del pericolo, o eliminare, o ridurre il pericolo per la sicurezza alimentare a livelli accettabili o sicuri.

I piani HACCP sono sviluppati, implementati e mantenuti da un team multidisciplinare e l’intero processo è facilitato da un coordinatore HACCP, una persona che è sufficientemente informata ed esperta nei concetti e principi della sicurezza alimentare e ha intrapreso un programma di formazione che è stato preferibilmente accreditato dalla International HACCP Alliance. La persona responsabile deve rivedere il piano HACCP almeno annualmente, o ogni volta che ci sono cambiamenti significativi nel layout di progettazione della sicurezza alimentare, nei processi, nella composizione del prodotto o nella tecnologia.

Il programma HACCP è legalmente obbligatorio per gli stabilimenti di carne e pollame (sotto la giurisdizione dell’USDA) e per gli stabilimenti di lavorazione di succhi e frutti di mare (sotto la giurisdizione della FDA). Anche se il programma HACCP per diversi stabilimenti alimentari può essere volontario (a meno che non sia specificato da regolamenti, standard industriali o dai clienti), non esime una struttura dall’implementazione delle GMP correnti (come previsto nel documento legale 21 CFR 110) e altri requisiti del programma prerequisito rilevanti necessari per mantenere la sicurezza e la legalità dei prodotti alimentari. Nel Codice alimentare, prima della raccomandazione HACCP, ci sono i Principi generali di igiene alimentare (forniti in 10 sezioni) che devono essere seguiti. Revisori, ispettori, clienti e altre parti interessate possono ispezionare il piano HACCP o di sicurezza alimentare.

12 Passi di HACCP
1. Assemblare il team multidisciplinare HACCP

2. Descrivere il prodotto

3. Identificare l’uso previsto

4. Costruire un diagramma di flusso

5. Condurre la conferma in loco del diagramma di flusso e redigere lo schema dell’impianto

6. Elencare tutti i potenziali pericoli associati ad ogni fase, condurre un’analisi dei pericoli e considerare tutte le misure per controllare i pericoli identificati (principio 1)

7. Determinare i limiti critici di controllo (principio 2)

8. Stabilire i limiti critici per ogni CCP (principio 3)

9. Stabilire un sistema di monitoraggio per ogni CCP (principio 4)

10. Stabilire azioni correttive (principio 5)

11. Stabilire procedure di verifica (principio 6)

12. 12. Stabilire la documentazione e la tenuta dei registri (principio 7)

Come funziona HARPC
In breve, questo sistema di controllo preventivo richiesto dal FSMA deve essere implementato da tutti gli stabilimenti alimentari, a meno che non siano specificamente esentati. Pertanto, si applica alle strutture alimentari negli Stati Uniti che producono, lavorano, confezionano, distribuiscono, ricevono, detengono o importano cibo, e per quelle aziende che esportano prodotti alimentari negli Stati Uniti. La FDA ha emesso delle scadenze di attuazione per ciascuno dei diversi tipi di impianto (si prega di fare riferimento alle linee guida aggiornate sul sito della FDA, www.fda.gov). All’interno di un piano HARPC, la valutazione dei pericoli per la sicurezza alimentare è più ampia; generalmente, vengono considerati i seguenti rischi:

– Rischi biologici, fisici, chimici e radiologici

– Tossine naturali, pesticidi, residui di farmaci, materiale decomposto, parassiti, allergeni e additivi alimentari e coloranti non approvati

– Pericoli naturali

– Pericoli introdotti non intenzionalmente

– Pericoli introdotti intenzionalmente, compresi gli atti di terrorismo

I controlli preventivi sono basati sulla scienza e devono essere adeguati a minimizzare o prevenire in modo significativo i pericoli identificati “noti o ragionevolmente prevedibili” per ogni tipo di alimento soggetto al relativo regolamento FDA. Il piano HARPC è sviluppato, implementato e mantenuto da un team di “persone qualificate per i controlli preventivi” come definito nel FSMA, che sono state addestrate o sono sufficientemente informate sulla regola dei controlli preventivi per gli alimenti umani, e qualsiasi altra regola pertinente, come le regole finali sugli alimenti per animali, la sicurezza dei prodotti o il programma di verifica dei fornitori stranieri (per ulteriori informazioni, fare riferimento al sito della FDA, www.fda.gov). La persona responsabile deve rivedere il piano HARPC almeno una volta ogni 3 anni (se non ci sono cambiamenti significativi nel piano) o ogni volta che c’è un cambiamento significativo nell’impianto che potrebbe aumentare un pericolo noto o introdurne uno nuovo.

7 Fasi di HARPC
1. Valutare i pericoli – Questo include i normali pericoli specifici del prodotto, insieme a una vasta gamma di altri pericoli (elencati sopra) e preoccupazioni specifiche dell’impianto come la difesa alimentare e le questioni di gestione delle emergenze.

2. Istituire controlli preventivi – Questi includono procedure di sanificazione per i punti di contatto con gli alimenti, formazione igienica del personale, monitoraggio dell’ambiente, verifica dei fornitori e altro.

3. Monitorare l’efficacia dei controlli – Non tutti i controlli sono misurabili con numeri limite critici, ma questi controlli preventivi possono essere valutati su una base di routine.

4. Stabilire misure di azione correttiva – I piani di richiamo possono non sembrare preventivi, ma i passi critici tra il sapere che qualcosa non va in un prodotto e il tenerlo lontano dalle mani dei consumatori dovrebbero comportare l’identificazione e la correzione dei punti deboli nei controlli. L’obiettivo è quello di prevenire il verificarsi di prodotti alimentari non sicuri e non conformi.

5. Stabilire misure di verifica: il processo di verifica assicura che la struttura stia effettivamente soddisfacendo i suoi standard di sicurezza alimentare su una base costante.

6. Seguire una registrazione corretta e richiesta: come per ogni decisione della FDA, niente è fatto correttamente finché non è registrato.

7. Rianalizzare il piano una volta ogni 3 anni, o quando necessario – Quando avvengono cambiamenti nel processo o nel prodotto, i piani HARPC devono essere rivalutati.

Riepilogo di alcune differenze chiave
Metodo di analisi dei pericoli
I tre tipi convenzionali di pericoli che sono affrontati nei piani HACCP – fisico, chimico e biologico – sono accompagnati da molte altre preoccupazioni nei piani HARPC.

Radiazioni, tossine naturali, pesticidi, residui di farmaci, decomposizione, parassiti, allergeni, additivi alimentari o coloranti non approvati, pericoli naturali e pericoli introdotti intenzionalmente e non intenzionalmente completano la lista dei pericoli legati all’HARPC.

Punti critici di controllo rispetto ai controlli preventivi
I CCP durante le fasi del processo sono centrali nell’HACCP. Ogni punto di controllo deve includere limiti critici misurabili – la temperatura e la lunghezza del tempo in cui una salsa deve essere tenuta, per esempio, come fase di uccisione. L’obiettivo di ogni fase di controllo è di prevenire, eliminare o ridurre i pericoli per la sicurezza alimentare a un livello sicuro e accettabile. Le misure di sicurezza alimentare che non sono specifiche del processo, come l’igiene del personale, sono coperte dalle procedure operative standard.

HARPC si concentra sui controlli preventivi che sono basati sulla scienza o sul rischio, e dovrebbero essere adeguati a “minimizzare o prevenire significativamente” i pericoli conosciuti o prevedibili per ogni tipo di alimento soggetto ai regolamenti federali.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

HARPC è la stessa cosa di HACCP?

HARPC è una legge statunitense, mentre HACCP è uno standard normativo. HARPC applica controlli obbligatori basati sulla scienza in tutta la catena di approvvigionamento alimentare (ad esempio, controlli di processo, controlli sugli allergeni alimentari, controlli sanitari, controlli sulla catena di approvvigionamento, controlli preventivi basati sul rischio).

Continua…

HARPC sostituisce HACCP?

HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) e HARPC (Hazard Analysis and Risk-Based Preventive Controls) condividono più di quattro lettere. … Un piano HARPC non dovrebbe essere considerato come una sostituzione, ma come un aggiornamento necessario al piano HACCP convenzionale.

Continua…

Ho bisogno di HACCP o di HARPC?

Anche se l’HARPC proposto si allinea bene con il piano HACCP, differisce in parte in quanto sono richiesti controlli preventivi basati sulla scienza o sul rischio, piuttosto che punti critici di controllo. … Un piano HACCP non è obbligatorio, ma l’HARPC FSMA è obbligatorio per legge secondo la legge FSMA.

Continua…

Cos’è il piano di sicurezza alimentare HARPC?

Il nuovo Hazard Analysis and Risk-based Preventative Controls (HARPC) è il piano di sicurezza alimentare FSMA richiesto per le strutture di trasformazione degli alimenti umani e animali. Si tratta di un approccio di controllo proattivo e preventivo alla sicurezza alimentare per gli alimenti umani e animali trasformati.

Continua…

Che cos’è HARPC?

Analisi dei pericoli e controlli preventivi basati sul rischio
HARPC sta per “Hazard Analysis and Risk-Based Preventive Controls”. Il termine deriva dal Food Safety Modernization Act (FSMA), una vasta legislazione sulla sicurezza alimentare che modifica il Food, Drug and Cosmetic Act che è stato promulgato nel gennaio del 2011.

Continua…

Chi è esente da HARPC?

Ci sono diverse eccezioni. Una grande considerazione è la dimensione del business. Se il numero di dipendenti equivalenti a tempo pieno dell’azienda non supera i 500, o se il valore di mercato annuale degli alimenti venduti non ha superato 1 milione di dollari negli ultimi anni, allora la data di conformità è estesa fino al 2018.

Continua…

HARPC è obbligatorio?

Chi ha bisogno di un piano di sicurezza alimentare HARPC? A meno che non sia espressamente esentato dalla legge, praticamente ogni struttura alimentare, sia negli Stati Uniti che all’estero, che è soggetta alla registrazione FDA Bioterrorism Facility Establishment, deve stabilire e attuare un adeguato piano di sicurezza alimentare HARPC.

Continua…

Chi è esente da HACCP?

Quali piccoli produttori si qualificano per l’esenzione? Le strutture che attualmente operano con un piano HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Point) sono esenti. Per esempio, i trasformatori di succhi o di pesce che attualmente operano con un piano HACCP sono esenti.

Continua…

Cos’è un modulo HACCP?

HACCP: Un approccio sistematico all’identificazione, alla valutazione e al controllo dei pericoli per la sicurezza alimentare. Piano HACCP: Il documento scritto che si basa sui principi del sistema HACCP e che delinea le procedure da seguire.

Continua…

Harpc è obbligatorio?

Chi ha bisogno di un piano di sicurezza alimentare HARPC? A meno che non sia espressamente esentato dalla legge, praticamente ogni impianto alimentare, sia negli Stati Uniti che all’estero, che è soggetto alla registrazione FDA’s Bioterrorism Facility Establishment, deve stabilire e attuare un adeguato piano di sicurezza alimentare HARPC.

Continua…

Che cosa significa Harpc?

Analisi dei pericoli e controlli preventivi basati sul rischio
HARPC sta per “Hazard Analysis and Risk-Based Preventive Controls”. Il termine deriva dal Food Safety Modernization Act (FSMA), una vasta legislazione sulla sicurezza alimentare che modifica il Food, Drug and Cosmetic Act che è stato emanato nel gennaio del 2011.

Continua…

Qual è lo scopo principale di HACCP?

L’HACCP, o il sistema Hazard Analysis Critical Control Point, è un sistema di controllo del processo che identifica dove potrebbero verificarsi pericoli nel processo di produzione alimentare e mette in atto azioni rigorose per evitare che i pericoli si verifichino.

Continua…

Come si scrive HACCP?

I 12 passi per sviluppare un piano HACCPAssemblare il team HACCP. … Descrivere il prodotto. … Identificare l’uso previsto e i consumatori. … Costruire un diagramma di flusso per descrivere il processo. … Conferma in loco del diagramma di flusso. … Condurre un’analisi dei rischi (principio 1) … Determinare i punti critici di controllo (CCP) (Principio 2)Altri articoli…-Ott 12, 2017

Continua…

Cosa significa HACCP?

Analisi dei rischi e dei punti critici di controllo
Analisi dei rischi e dei punti critici di controllo (HACCP)

Continua…

Qual è un esempio di HACCP?

Un punto critico di controllo è qualsiasi fase in cui i pericoli possono essere prevenuti, eliminati o ridotti a livelli accettabili. … Esempi di punti critici di controllo sono: cottura, raffreddamento, riscaldamento, conservazione.

Continua…

Articolo precedente

È necessaria una mano di nebbia?

Articolo successivo

Come si saldano i fogli di polietilene?

You might be interested in …

L’erba di St Augustine deve essere arieggiata?

Il momento migliore per arieggiare l’erba di St. Augustine è all’inizio dell’estate, quando l’erba cresce rapidamente. Sui terreni molto compatti, l’arieggiamento due volte l’anno non sarebbe fuori questione. Applicare il fertilizzante e l’acqua dopo l’aerazione […]

Perché l’analisi statica del codice è importante?

Negli ultimi anni, la qualità del codice software e la sicurezza sono passate dall’essere un “nice to have” a una necessità, e molte organizzazioni, comprese le banche d’investimento, stanno rendendo obbligatorio passare test di analisi […]

Come funziona la consegna di Home Depot?

Home Depot vende una varietà di elettrodomestici ai clienti nei suoi negozi nazionali, compresi frigoriferi, lavastoviglie, microonde, asciugatrici, forni e cucine. Tuttavia, può essere difficile trasportare grandi elettrodomestici da soli, quindi potresti chiederti: Home Depot […]