2 Dicembre 2021
Expand search form

In che modo le leggi sui passaggi hanno influenzato la vita delle persone durante l’apartheid?

Dal 1948 agli anni ’90, una sola parola ha dominato la vita in Sudafrica. Apartheid – che in afrikaans significa “separazione” – ha tenuto la maggioranza della popolazione nera del paese sotto il controllo di una piccola minoranza bianca. Ci sarebbero voluti decenni di lotta per fermare la politica, che colpiva ogni aspetto della vita in un paese bloccato in schemi secolari di discriminazione e razzismo.

Un cartello comune a Johannesburg, Sudafrica, che recita 'Caution Beware Of Natives'.

Un cartello comune a Johannesburg, Sudafrica, che legge ‘Caution Beware Of Natives’.

La segregazione iniziò nel 1948 dopo che il National Party andò al potere. Il partito politico nazionalista istituì politiche di supremazia bianca, che dava potere ai sudafricani bianchi che discendevano dai coloni olandesi e britannici in Sudafrica, mentre privava ulteriormente i neri africani.

Il sistema era radicato nella storia della colonizzazione e della schiavitù del paese. I coloni bianchi avevano storicamente visto i sudafricani neri come una risorsa naturale da utilizzare per trasformare il paese da una società rurale ad una industrializzata. A partire dal XVII secolo, i coloni olandesi fecero affidamento sugli schiavi per costruire il Sudafrica. Intorno al periodo in cui la schiavitù fu abolita nel paese nel 1863, in Sudafrica furono scoperti oro e diamanti.

Molte donne bianche in Sudafrica impararono ad usare le armi da fuoco per l'autoprotezione in caso di disordini razziali nel 1961, quando il Sudafrica divenne una repubblica.

Molte donne bianche in Sudafrica impararono ad usare le armi da fuoco per l’autodifesa in caso di disordini razziali nel 1961, quando il Sudafrica divenne una repubblica.

Dennis Lee Royle/AP Photo

Quella scoperta rappresentò un’opportunità lucrativa per le compagnie minerarie di proprietà dei bianchi che impiegavano e sfruttavano i lavoratori neri. Queste compagnie schiavizzarono i minatori neri mentre godevano di una ricchezza enorme dai diamanti e dall’oro che estraevano. Come gli schiavisti olandesi, si affidavano all’intimidazione e alla discriminazione per dominare i loro lavoratori neri.

Le compagnie minerarie presero in prestito una tattica che i precedenti proprietari di schiavi e i coloni britannici avevano usato per controllare i lavoratori neri: le leggi di passaggio. Già nel 18° secolo, queste leggi richiedevano ai membri della maggioranza nera, e ad altre persone di colore, di portare sempre con sé documenti di identificazione e limitavano il loro movimento in certe aree. Erano anche usate per controllare l’insediamento dei neri, costringendoli a risiedere in luoghi dove il loro lavoro avrebbe beneficiato i coloni bianchi.

Una donna mostra il

Una donna mostra il “passaporto interno” che deve avere per entrare a Città del Capo durante le ore di lavoro, circa 1984. Il resto del tempo, le persone di colore non erano ammesse nelle città.

Alain Nogues/Sygma/Getty Images

Queste leggi persistettero per tutto il 20° secolo, quando il Sudafrica divenne un dominio autonomo del Regno Unito. Tra il 1899 e il 1902, la Gran Bretagna e gli afrikaner di origine olandese si combatterono nella Guerra Boera, un conflitto che gli afrikaner alla fine persero. Il sentimento anti-britannico continuò a fomentare tra i sudafricani bianchi, e i nazionalisti afrikaner svilupparono un’identità radicata nella supremazia bianca. Quando presero il controllo nel 1948, resero le leggi già discriminatorie del paese ancora più draconiane.

Paure e atteggiamenti razzisti nei confronti dei “nativi” coloravano la società bianca. Anche se l’apartheid era presumibilmente progettato per permettere alle diverse razze di svilupparsi da sole, ha costretto i neri sudafricani alla povertà e alla disperazione. Le “grandi” leggi dell’apartheid si concentravano sul mantenere i neri nelle loro “patrie” designate. E le “piccole” leggi dell’apartheid, incentrate sulla vita quotidiana, limitavano quasi ogni aspetto della vita dei neri in Sudafrica.

Articolo precedente

Gli idranti possono essere dipinti?

Articolo successivo

Come si coltiva la Tacca Integrifolia?

You might be interested in …

Cos’è un farmaco prn?

Cosa significa farmaco PRN e quando si può dare? PRN = “pro re nata” Questa è una frase latina che significa “secondo le circostanze”. In termini medici, significa “usare quando necessario”. Cosa bisogna controllare quando […]

Possiamo usare il notebook Jupyter online?

I quaderni collaborativi di CoCalc, completamente compatibili e sovralimentati. Nessuna impostazione del software: 100% online CoCalc è un servizio web online dove puoi eseguire i taccuini Jupyter direttamente nel tuo browser. Puoi condividere privatamente il […]