2 Dicembre 2021
Expand search form

Il caffè di Starbucks è equo e solidale?

Margaret Badore

Oggi, Starbucks ha annunciato che un impressionante 99 per cento del loro caffè è ora di origine etica. Questa è una grande notizia, dato che Starbucks è il più grande rivenditore di caffè del mondo. Ma naturalmente, non siamo tutti d’accordo sulla definizione di provenienza etica. Quindi, cosa intende Starbucks?

La sostenibilità in Starbucks

Nel 2004, Starbucks ha collaborato con l’organizzazione no-profit Conservation International per creare il Coffee And Farmer Equity Practices, che va sotto il simpatico acronimo CAFE. Le CAFE Practices sono un programma verificato da terzi per gli agricoltori per garantire il rispetto di certi diritti umani e standard ambientali. Ad oggi, il 99% del caffè che Starbucks acquista per i suoi negozi e prodotti alimentari è stato certificato da CAFE Practices o Fairtrade.

Bambi Semroc, Senior Strategic Advisor presso il Center for Environmental Leadership in Business di Conservation International, ha detto che le pratiche CAFE sono progettate per essere un programma di “miglioramento continuo”, con minori barriere all’ingresso rispetto al Fairtrade. Il programma aiuta gli agricoltori partecipanti a migliorare la loro sostenibilità nel tempo usando un sistema basato sul punteggio. Gli agricoltori che partecipano al programma si trovano in 22 paesi e in quattro continenti.

Una vittoria per le pratiche CAFE è che hanno ampiamente impedito la perdita di foreste, dato che il 99% delle fattorie partecipanti non ha convertito le foreste per la produzione di caffè dal 2004. Prevenire la perdita di foreste tropicali è un mezzo importante per combattere il cambiamento climatico, perché sono un importante serbatoio di carbonio. Vale la pena notare che quando molte aziende si impegnano a produrre olio di palma sostenibile, la deforestazione è la principale preoccupazione ambientale che intendono affrontare. Come parte di questa spinta a preservare la copertura forestale, 300.000 acri (121.000 ettari) di foresta nelle tenute agricole sono stati messi da parte per la conservazione.

Occupazione e pratiche ambientali

Garantire condizioni di lavoro eque è stato anche un successo delle pratiche CAFE. Secondo i dati sul campo di Conservation International, oltre 440.000 lavoratori delle fattorie del caffè hanno guadagnato meglio del salario minimo locale, l’89% dei lavoratori ha ricevuto un congedo pagato per malattia durante l’anno di analisi, e tutti i bambini che vivono nelle tenute del caffè hanno frequentato la scuola.

Ma naturalmente ci sono altri aspetti della produzione sostenibile del caffè. Secondo il Natural Resources Defense Council, il caffè coltivato all’ombra ha benefici ambientali in termini di preservazione dell’habitat, conservazione della qualità del suolo e riduzione dell’uso di pesticidi. Così, mentre le pratiche CAFE incoraggiano e premiano il caffè coltivato all’ombra, non lo richiedono. “Riconosciamo che ci sono alcuni posti nel mondo dove la coltivazione all’ombra non è il sistema di produzione dominante, ed è improbabile che lo diventi”, ha detto Semroc.

Per quanto riguarda gli input chimici, il CAFE Practices proibisce l’uso di pesticidi classificati come “Estremamente pericolosi” o “Altamente pericolosi” dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, ma non ha così tanti requisiti come il biologico USDA.

Eppure, il programma CAFE Practices ha fatto della formazione un obiettivo importante, quindi partecipare al programma significa che gli agricoltori possono imparare e implementare pratiche migliori in futuro per migliorare sia la loro resa che la loro sostenibilità. E in alcuni casi, questo ha permesso ai coltivatori di caffè di guadagnare ulteriori certificazioni di sostenibilità.

“Abbiamo scoperto che le pratiche CAFE fungono da trampolino di lancio verso altri mercati della sostenibilità, come Rainforest Alliance, Fairtrade o biologico”, ha detto Semroc.

Un futuro pieno di speranza

Il caffè è ovviamente la principale merce tropicale di Starbucks, e l’azienda ha detto che si sta sforzando di comprare caffè etico al 100%. Ma usano anche altre materie prime “a rischio forestale”, come l’olio di palma e la soia, nei loro prodotti – per non parlare di tazze di carta, tovaglioli e imballaggi. Forest 500 dà a Starbucks un punteggio complessivo di 2 su 5 sui loro impegni forestali, ma valuta solo la soia, la cellulosa per i prodotti di carta e l’olio di palma.

Conservation International spera che gli insegnamenti di CAFE Practices possano essere applicati ad altri beni. Starbucks si è impegnata a certificare il 100% di olio di palma sostenibile entro quest’anno, e potrebbe usare la sua esperienza con l’approvvigionamento del caffè per ottenere soia e prodotti sostenibili, ha detto Semroc. “Stanno cercando di prendere la lezione appresa dal caffè e applicarla ad altre merci”.

Potresti anche essere interessato ai seguenti argomenti

Il caffè di Starbucks è eticamente fonte?

Dal 2015, il caffè di Starbucks è stato verificato come proveniente al 99% da fonti etiche e siamo il più grande rivenditore di caffè a raggiungere questo traguardo. La pietra angolare del nostro approccio etico all’acquisto del caffè è Coffee and Farmer Equity (C.A.F.E.)

Continua…

Quale percentuale di caffè Starbucks è Fairtrade?

6 per cento
Attualmente il 6 per cento delle vendite di caffè di Starbucks in tutto il mondo è certificato come Fairtrade, ma la società ha detto che come risultato del suo impegno sarebbe diventato il più grande acquirente di caffè Fairtrade nel mondo, raddoppiando i suoi acquisti globali a 40 milioni di sterline nel 2009.

Continua…

Starbucks è Fairtrade 2021?

Starbucks è uno dei maggiori acquirenti di caffè certificato Fairtrade nel mondo, portando il Fairtrade agli amanti del profondo L in tutto il mondo.

Continua…

Starbucks sostiene il lavoro minorile?

Starbucks è una delle aziende chiamate in causa nello spettacolo. Prendiamo estremamente sul serio accuse come queste, perché non abbiamo tolleranza zero per il lavoro minorile in nessuna parte della nostra catena di approvvigionamento.

Continua…

Starbucks è etico o non etico?

Nel complesso Starbucks ottiene un punteggio medio di consumatore etico per la gestione della sua catena di approvvigionamento. Il documento sulla responsabilità sociale della catena di caffè contiene clausole adeguate su discriminazione, libertà di associazione e lavoro forzato.

Continua…

Cosa rende Starbucks un’azienda etica?

Sul suo sito web, Starbucks professa di adempiere anche alla sua dichiarazione di missione ambientale comprendendo le questioni ambientali e condividendo le informazioni con i suoi partner; sviluppando soluzioni innovative e flessibili per portare il cambiamento; sforzandosi di acquistare, vendere e utilizzare prodotti ecologici; riconoscendo …

Continua…

Starbucks è Fair Trade 2021?

Starbucks è uno dei maggiori acquirenti di caffè certificato Fairtrade nel mondo, portando Fairtrade agli amanti del profondo L in tutto il mondo.

Continua…

Perché Starbucks è una cattiva compagnia?

Il problema principale di Starbucks è che il caffè ha un cattivo sapore. I processi utilizzati sono visti come chiaramente inferiori a chiunque sappia la prima cosa sul caffè. … Beh, per riassumere, Starbucks dà la priorità a una grande dose di caffeina rispetto al gusto del caffè.

Continua…

Fairtrade è davvero giusto?

La verità è che Fairtrade e il caffè certificato, il chai e il cacao sono tutt’altro che equi, e non sono mai stati equi per i contadini, i lavoratori agricoli o i loro figli. … I modelli di business del Fairtrade o del caffè certificato, del chai e del cacao non sono stati progettati per ottenere “una più equa distribuzione della ricchezza”.

Continua…

Starbucks è davvero sostenibile?

Starbucks ha raggiunto la pietra miliare del 99% di caffè di origine etica. pratiche, una delle prime serie di standard di sostenibilità dell’industria del caffè, verificati da esperti terzi.

Continua…

Quali sono alcuni esempi di commercio equo e solidale?

Gli standard del commercio equo e solidale, secondo Fair Trade USA, includono:Accesso ai servizi di base come acqua pulita, istruzione e assistenza sanitaria.Diritti umani fondamentali.Diritto a condizioni di lavoro sicure.Produzione sostenibile e pratiche agricole.Migliori condizioni di lavoro.Prezzi e salari migliori per agricoltori e lavoratori.Più articoli…

Continua…

Quali aziende non sono del commercio equo e solidale?

Alcune aziende che usano il commercio non equo sono Hershey Calbury, Mars, Snickers e altre ancora, ma non è solo il cioccolato che usa il commercio non equo.

Continua…

Quando Starbucks è diventato Fairtrade?

Lavoriamo con Fairtrade a livello globale dal 2000.

Continua…

Il caffè di Starbucks è di alta qualità?

Alle loro dimensioni, sarebbe impossibile. Invece, Starbucks è probabilmente più conosciuto per i caffè di qualità “decente”, la coerenza e la convenienza. … Abbiamo valutato 50 caffè Starbucks negli ultimi 17 anni. Il punteggio medio è di 83,1 punti, che è considerato buono ma non certo ottimo.

Continua…

Che impatto ha Starbucks sull’ambiente?

Nel 2020 Starbucks si è impegnata per un futuro positivo dal punto di vista delle risorse, formalizzando gli obiettivi ambientali per dimezzare le sue impronte di carbonio, acqua e rifiuti. Come progressione rispetto a questi obiettivi, l’azienda si impegna a rendere il caffè verde a zero emissioni e a conservare il consumo di acqua nella lavorazione del caffè verde del 50%, entrambi entro il 2030.

Continua…

Articolo precedente

Come funziona il serbatoio dell’acqua fredda?

Articolo successivo

Quali alimenti contengono segale?

You might be interested in …

La fibra d’avena è solubile o insolubile?

La fibra d’avena non contiene carboidrati, grassi o proteine. Oltre alla fibra insolubile e solubile, l’avena integrale è anche ricca di carboidrati, proteine, vitamine e minerali. Nessuno vuole preoccuparsi di avere abbastanza fibre nella sua […]