28 Novembre 2021
Expand search form

Dove hanno preso il ghiaccio le case di ghiaccio?

Una casa di ghiaccio (conosciuta anche come pozzo di ghiaccio, pozzi di ghiaccio o cumuli di ghiaccio) è un edificio per conservare il ghiaccio durante l’anno. Risalgono a prima dell’invenzione dell’elettricità e del frigorifero moderno. La casa di ghiaccio è di solito situata in parte o completamente sottoterra e spesso costruita vicino alle fonti naturali di ghiaccio in inverno come i fiumi e i laghi d’acqua dolce. Durante l’inverno, il ghiaccio e la neve venivano portati nella casa di ghiaccio e isolati contro lo scioglimento con paglia o segatura. Rimaneva congelato per molti mesi, anche fino all’inverno successivo. Il ghiaccio della ghiacciaia era più comunemente usato per la conservazione di cibi deperibili, ma era anche usato per raffreddare le bevande o fare dolci freddi.

I più vecchi documenti scritti sotto forma di tavolette cuneiformi che risalgono al 1780 a.C. registrano la costruzione di una ghiacciaia nella città mesopotamica settentrionale di Terqa. Fu costruita sotto l’ordine di Zimri-Lim, il re di Mari, e si disse che “mai nessun re aveva costruito prima” un edificio simile. Gli archeologi hanno trovato in Cina resti di fosse di ghiaccio del 7° secolo a.C. ma ci sono anche prove scritte che i cinesi le usavano prima del 1100 a.C. Alessandro il Grande le usava intorno al 300 a.C. mentre si sa che i romani le usavano nel III secolo d.C.

Immagine di casa di ghiaccio in Eglinton Country Park Kilwinning Nord Ayrshire Scozia

Le case di ghiaccio erano in uso fino a quando i frigoriferi entrarono in uso più commerciale. Il Regno Unito ha importato ghiaccio dalla Scandinavia fino al 1950. Solo le case più ricche avevano costruito case di ghiaccio e sono state introdotte in Gran Bretagna intorno al 1660 e il design è venuto con i viaggiatori che avevano visto edifici simili in Italia. Erano comunemente rivestite di mattoni, strutture a cupola, con la maggior parte del loro volume sottoterra. Erano anche arrotondati sul fondo per contenere il ghiaccio fuso.

Parte della prima economia del New England era il commercio di ghiaccio – grazie alle case di ghiaccio. Il ghiaccio veniva trasportato da lì in navi impagliate verso gli stati meridionali degli Stati Uniti e in tutto il Mar dei Caraibi. Il ghiaccio veniva spesso tritato e messo dalle ghiacciaie nelle ghiacciaie che venivano usate in modo simile ai frigoriferi di oggi.

Quando la refrigerazione divenne più comune, le ghiacciaie generalmente scomparvero, ma non in tutti i luoghi o non completamente. In Texas, per esempio, i commercianti di ghiaccio vendevano anche generi alimentari e birra fredda, e funzionavano come i primi minimarket e luoghi di ritrovo locali. Col tempo, si convertirono in convenience store completi. Per esempio: la famosa catena di negozi 7-Eleven degli Stati Uniti si è sviluppata dalle case del ghiaccio che erano di proprietà dell’azienda produttrice di ghiaccio Southland a Dallas e San Antonio negli anni ’30. All’inizio erano conosciuti come negozi Tote’m. Oggi molte case del ghiaccio texane funzionano come bar all’aperto.

Le ghiacciaie apparvero nelle case inglesi e americane con il commercio del ghiaccio nel diciannovesimo secolo. Erano scatole di legno isolate con segatura, sughero o anche alghe e rivestite con stagno, zinco o un altro metallo non corrosivo. Le ghiacciaie si tenevano di solito in cucina. Il ghiaccio, per le ghiacciaie, veniva consegnato una o due volte alla settimana o il proprietario della ghiacciaia poteva prendere un blocco di ghiaccio da una ghiacciaia e riempirlo lui stesso.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Come si otteneva il ghiaccio per le ghiacciaie?

Il ghiaccio veniva metodicamente raccolto da laghi e stagni e tagliato in mattoni per il trasporto. … Il processo di raccolta del ghiaccio era in qualche modo simile alla raccolta delle colture, con i cavalli che tiravano le frese da ghiaccio simili ad aratri attraverso laghi e stagni ghiacciati. Prima che il ghiaccio potesse essere tagliato, la neve doveva essere rimossa dalla superficie.

Continua…

Quanto durava il ghiaccio in una casa di ghiaccio?

Annotò nel suo diario “la neve dà il sapore più delicato alle creme; ma il ghiaccio è il più potente congealer, e dura più a lungo”. La sua ghiacciaia, riempita in dicembre, conteneva sessanta vagoni di ghiaccio nella fossa profonda sedici piedi e tipicamente durava fino a qualche volta tra l’inizio di settembre e il 15 ottobre, a seconda del …

Continua…

Come si trasportava il ghiaccio nel 1800?

La maggior parte delle operazioni utilizzava carrozze trainate da cavalli per portare il ghiaccio ai magazzini. Da lì, treni, barche e cavalli venivano usati per trasportare il ghiaccio dove doveva andare.

Continua…

Le case di ghiaccio sono calde?

Per gran parte della sua storia, la Terra è stata generalmente un pianeta caldo, molto più caldo di oggi. … I periodi freddi di Ice House (bassi livelli di anidride carbonica) durano diverse decine di milioni di anni prima che il pianeta ritorni al suo stato più prevalente di Hot House (“serra”) (alti livelli di anidride carbonica).

Continua…

Come sono state costruite le case di ghiaccio?

Alcune erano camere sotterranee, di solito fatte dall’uomo, vicine a fonti naturali di ghiaccio invernale come i laghi d’acqua dolce, ma molte erano edifici con vari tipi di isolamento. Durante l’inverno, il ghiaccio e la neve venivano tagliati dai laghi o dai fiumi, portati nella casa di ghiaccio e imballati con l’isolamento (spesso paglia o segatura).

Continua…

Come si chiama la casa di ghiaccio?

Una casa di ghiaccio (conosciuta anche come pozzo di ghiaccio, pozzi di ghiaccio o cumuli di ghiaccio) è un edificio per conservare il ghiaccio durante l’anno. Risalgono a prima dell’invenzione dell’elettricità e del frigorifero moderno. … Durante l’inverno, il ghiaccio e la neve venivano portati nella ghiacciaia e isolati contro lo scioglimento con paglia o segatura.

Continua…

Quando sono andate in disuso le ghiacciaie?

Quando la refrigerazione domestica e aziendale divenne più comune, le ghiacciaie caddero in disuso e il business della consegna del ghiaccio a domicilio diminuì fino a scomparire praticamente alla fine degli anni ’60.

Continua…

I romani avevano case di ghiaccio?

Le “case di ghiaccio”, dove si conservava la neve e si formava deliberatamente il ghiaccio, erano senza dubbio un’invenzione molto antica. Nell’antica Roma si usavano pozzi speciali per conservare il ghiaccio e la neve che gli schiavi portavano dalle montagne alle ville lussuose.

Continua…

Come si conservavano le cose al freddo nel 1700?

La gente conservava il cibo in salamoia o sotto sale, ma la cosa più pratica (se ci si poteva permettere) era la ghiacciaia nelle zone che la potevano sostenere. Prima che questo fosse disponibile, la gente aveva cantine fresche e alcuni avevano case di ghiaccio dove il ghiaccio poteva essere conservato (sotto la segatura, spesso) e mantenuto fresco per gran parte dell’anno.

Continua…

Da dove prendevano il ghiaccio i vittoriani?

Mantenere il fresco. I vittoriani non avevano accesso a congelatori elettrici o macchine per il gelato. Avrebbero invece raccolto il ghiaccio dai fiumi e dagli stagni in inverno e l’avrebbero conservato in case di ghiaccio. Molte grandi case di campagna ne avevano una, tra cui Kenwood, Audley End House, Osborne e Battle Abbey.

Continua…

Come veniva mantenuto congelato il ghiaccio prima dell’elettricità?

Il ghiaccio veniva tagliato dalla superficie di stagni e corsi d’acqua, poi immagazzinato nelle ghiacciaie, prima di essere spedito via nave, chiatta o ferrovia alla sua destinazione finale in tutto il mondo.

Continua…

Cosa faceva la gente prima dei frigoriferi?

Prima che questo fosse disponibile, la gente aveva cantine fresche e alcuni avevano case di ghiaccio dove il ghiaccio poteva essere conservato (sotto la segatura, spesso) e mantenuto fresco per gran parte dell’anno. Questi posti potevano mantenere alcuni cibi al fresco. Ma per lo più, a quei tempi, il cibo veniva conservato in qualche altro modo: affumicandolo, salandolo o essiccandolo.

Continua…

Come faceva il cibo a rimanere freddo prima dei frigoriferi?

Alla fine del 19° secolo, molte persone mantenevano il loro cibo fresco in ghiacciaie di legno. Questi armadi tenevano grandi blocchi di ghiaccio per mantenere il cibo fresco. Le ghiacciaie erano rivestite di stagno o zinco per l’isolamento. Le imprese di consegna del ghiaccio crebbero perché sempre più case avevano bisogno di ghiaccio per conservare il cibo.

Continua…

Chi è morto per la ghiacciaia?

MUSICISTA Anthony Smith
Il MUSICISTA Anthony Smith è morto nella sua casa di Lismore venerdì. Gli Icehouse hanno confermato la sua scomparsa sabato, notando che Smith è stato uno dei primi membri della band quando si chiamava Flowers.

Continua…

Come hanno fatto i vittoriani ad avere il ghiaccio?

I vittoriani non avevano accesso a congelatori elettrici o macchine per il gelato. Invece avrebbero raccolto il ghiaccio dai fiumi e dagli stagni in inverno e l’avrebbero conservato in case di ghiaccio. … C’erano anche case del ghiaccio commerciali, con ghiaccio proveniente da Terranova e dall’Alaska.

Continua…

Articolo precedente

Come si dipingono le paratie arrugginite?

Articolo successivo

Di cosa è fatto il guarapo?

You might be interested in …

Cos’è un lifting delle ciglia alla cheratina?

I lifting delle ciglia alla cheratina sono l’ultima tendenza nel settore della bellezza e del trucco degli occhi. Le procedure di lifting delle ciglia stanno diventando particolarmente popolari in questi giorni perché possono aiutare a […]

Qual è il codice CPT per la resezione transuretrale della prostata?

52601 Resezione elettrochirurgica transuretrale della prostata, compreso il controllo del sanguinamento postoperatorio, completa (sono incluse la vasectomia, la meatotomia, la cistouretroscopia, la calibrazione e/o dilatazione dell’uretra e l’uretrotomia interna) Dopo la cistouretroscopia preliminare, il medico […]

Perché il mio tappeto è appiccicoso?

Perché alcuni metodi di pulizia danno come risultato una moquette “croccante”? Molti metodi tradizionali di pulizia dei tappeti utilizzano un qualche tipo di sapone, shampoo o detergente chimico, che viene iniettato a pressione nel tappeto […]