27 Novembre 2021
Expand search form

Cosa causò l’alluvione del 1966 a Firenze?

“Il 4 novembre 1966, a Firenze il fiume Arno, gonfio di acque scure e fangose, si riversò travolgendo tutto ciò che incontrava. Quando le acque si placarono, solo la distruzione avvolse la città”. (fonte principale: il libro “Florence flood 1996”)

Questa alluvione, avvenuta tra il 3 e il 4 novembre, fu la peggiore di tutte a Firenze e nei paesi circostanti, a causa della grande quantità d’acqua che si riversò in tutta la regione, circa la terza parte della media annuale (circa 200 litri per metro quadrato) e anche per il fatto che il livello dell’Arno salì fino a 11 metri.

L’alluvione del 4 novembre danneggiò non solo il centro storico di Firenze ma anche la zona della darsena dell’Arno. Inoltre, i campi circostanti continuarono a essere allagati per molti giorni dopo il disastro e una vasta gamma di piccoli comuni furono danneggiati pesantemente e anche isolati.

La cronaca del dramma

Gli ultimi giorni di ottobre e i primi di novembre sono stati caratterizzati da piogge intense, interrotte solo da brevi schiarite durante la festa di Ognissanti.

Anche se nei giorni successivi le piogge continuarono e aumentarono d’intensità, gli abitanti di Firenze non erano preoccupati perché non possono immaginare la catastrofe che accadrà, soprattutto perché sono abituati alle piene autunnali dei vicini fiumi e corsi d’acqua.

Le vittime sono state relativamente poche, perché l’orribile alluvione non li ha sorpresi mentre andavano al lavoro o mentre lavoravano nei campi, ma la maggior parte di loro era a casa a passare il 4 novembre con le loro famiglie.

3 novembre

La sera: Le prime notizie preoccupanti arrivano dal Mugello e dalla provincia di Arezzo (Casentino, Alto Valdarno), dove sono esondati fiumi e torrenti.

A mezzanotte: Il fiume Arno inizia la sua opera di distruzione, prima nella zona del Casentino e dell’Alto Valdarno, poi nella zona di Incisa, dove vengono interrotte l’autostrada del Sole e la ferrovia per Arezzo e Roma. In un secondo momento, le acque dell’Arno inondano i paesi circostanti come Montevarchi, Figline Valdarno, Incisa, Rignano sull’Arno, Pontassieve e molti altri. Un episodio da ricordare con tristezza, avvenuto nella zona di Reggello, è quello di un’abitazione, dove vivevano sette persone, completamente distrutta dalla piena.

4 novembre

1:00: l’Arno straripa nella zona de “la Liscia” nel comune di Lastra a Signa. La strada statale Tosco-Romagnola e le vie secondarie tra Firenze ed Empoli vengono interrotte.

3:00: La furia dell’Arno raggiunge Firenze.

3:30: L’Arno rompe gli argini nella zona di Rovezzano. Inoltre, molti quartieri di Firenze sono allagati e c’è la prima vittima di questa catastrofe naturale, un uomo chiamato Carlo Maggiorelli, che era un sorvegliante degli stabilimenti idrici. Nel centro storico si allagano le fogne e le cantine.

Da questo momento, durante tutta la notte e anche durante il giorno successivo la situazione diventa ancora più critica. Infatti, la forza distruttiva dell’acqua causa problemi alle cose e alle persone; forse, tra i danni alle cose, quelli alla Biblioteca Nazionale e al noto quartiere di Santa Croce possono essere considerati i più gravi.

12:00: Il momento peggiore di questo dramma per la città d’arte di Firenze, perché l’acqua raggiunge il primo piano degli edifici e si fanno le prime vittime (una coppia di anziani e un giovane detenuto).

18:00: il fiume Arno comincia lentamente a rientrare nei suoi argini.

Infine, una strana immagine di un fatto accaduto durante l’alluvione e ripreso da tutti i mezzi di comunicazione, è stata considerata il simbolo di questa tragica giornata, che è l’immagine di un gruppo di mucche riunite al primo piano della “Casa del popolo” nella zona di San Donnino, per il tentativo di salvarle.

Il lavoro di salvataggio – gli “Angeli del fango

L’alluvione è stato il primo episodio in Italia che ha evidenziato l’assoluta mancanza di un corpo efficiente per la protezione civile. Infatti, in questa situazione critica i primi aiuti ufficiali arrivarono sei giorni dopo l’inizio della catastrofe.

Per fortuna ci furono degli aiuti non ufficiali che cercarono di risolvere i problemi causati dall’alluvione, come una moltitudine di giovani volontari di varie nazionalità, chiamati “gli angeli del fango”, che giunsero a Firenze per salvare i libri e le opere d’arte dalla distruzione. Tuttavia, i danni al patrimonio artistico e storico furono considerevoli, infatti nei magazzini della Biblioteca Nazionale, migliaia di preziosi volumi furono completamente distrutti e il famoso quadro di Cimabue, il “Cristo crocifisso”, fu distrutto all’80%, nonostante il successivo restauro.
L’unico aiuto finanziario del governo fu di cinquemila lire ai commercianti.

Infine, non dobbiamo dimenticare il documentario sull’inondazione del famoso Franco Zeffirelli, molto utile nell’opera di sensibilizzazione, con il doloroso appello dell’attore inglese Richard Burton.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quando l’Arno allagò Firenze?

4 novembre 1966
1966 alluvione dell’Arno/Date di inizio

Continua…

Qual è stata la più grande inondazione della storia?

Le inondazioni più catastrofiche del mondo, in fotoL’inondazione di Johnstown fu così massiccia da eguagliare il flusso del fiume Mississippi. … L’inondazione della Cina centrale potrebbe aver ucciso fino a 3,7 milioni di persone. Un’inondazione era conosciuta come il “Grande annegamento degli uomini”. “Altri articoli…- 22 giugno 2017

Continua…

Chi erano gli angeli del fango?

Chiese, musei e biblioteche, tutti pieni di opere d’arte, furono inondati di fango, ad una profondità in alcuni luoghi di 22 piedi. I giovani, arrivati da tutto il continente, cominciarono subito a presentarsi per aiutare. Divennero noti ai fiorentini come gli angeli del fango.

Continua…

Da quanto tempo Venezia è allagata?

Prova ad aggiornare la pagina. Il 12 novembre 2019, Venezia ha subito la peggiore inondazione dal 1966. La marea è salita a 187 cm, sommergendo oltre l’80% della città. Le case al piano terra sono state devastate, i ristoranti e le loro cucine distrutti e gli antichi monumenti irrimediabilmente danneggiati.

Continua…

Venezia sta ancora affondando 2021?

È stato detto per molti anni che Venezia sta affondando, ma un nuovo studio suggerisce che potrebbe accadere già nel 2100. Un recente studio sui cambiamenti climatici ha avvertito che Venezia sarà sott’acqua entro il 2100 se l’accelerazione del riscaldamento globale non sarà frenata.

Continua…

New York City sta affondando?

La città di New York sta affondando? Certamente sì. Secondo uno studio riportato su Scientific American, New York potrebbe, entro il 2100, essere affondata di circa 5 piedi (12,7 m).

Continua…

Quando si è allagato il fiume Arno?

4 novembre 1966
1966 inondazione dell’Arno/Date di inizio

Continua…

Quando ci fu la grande alluvione di Firenze?

4 novembre 1966
Cinquantatre anni fa Firenze subì la peggiore alluvione mai registrata, uccidendo decine di persone e lasciando tesori culturali in rovina. Erano le prime ore del 4 novembre 1966, quando furono lanciati i primi allarmi.

Continua…

Qual è l’inondazione più letale della storia degli Stati Uniti?

La grande inondazione del Mississippi del 1927 fu la più distruttiva inondazione fluviale nella storia degli Stati Uniti, con 27.000 miglia quadrate (70.000 km2) inondate con profondità fino a 30 piedi (9 m) nel corso di diversi mesi nel 1927.

Continua…

Qual è stata la peggiore inondazione della Terra?

Lista Quantità di morti Gio’sDead194874637145,0001935 Yangtze flood1935100,000+St. Felix’s Flood, storm surge1530(fino a) 100,000The flood of 10991099up to 100,0001911 Yangtze river flood1919108 more rows

Continua…

Venezia puzza?

Venezia è nota per il suo odore. I suoi canali puzzolenti in estate possono essere travolgenti quasi quanto la sua bellezza – ed entrambi sono fatti dall’uomo.

Continua…

Manhattan può mai affondare?

Un nuovo studio, pubblicato lunedì, prevede un aumento di 6,6 piedi entro il 2100, se le temperature globali si riscaldano di 9 gradi Fahrenheit. In questo “scenario peggiore”, secondo la CNN, centinaia di milioni di persone – compresi i residenti di New York City – si troverebbero sfollati mentre le loro case affondano sott’acqua.

Continua…

Quale famosa città sta effettivamente affondando?

Jakarta
Jakarta, la capitale dell’Indonesia, ospita 10 milioni di persone ed è una delle città che sta affondando più velocemente nel mondo. Quasi la metà della città si trova sotto il livello del mare, e alcuni ricercatori ritengono che se i problemi di subsidenza continuano ad andare incontrollati, parti della città saranno interamente sommerse entro il 2050.

Continua…

Chi ha ignorato le vittime delle inondazioni del Mississippi?

Coolidge e il suo partito non pagarono alcuna pena per l’insensibilità che mostrarono nei confronti delle vittime del fiume Mississippi. Invece, nel segretario al commercio Herbert Hoover, che ha guidato un comitato speciale di cinque segretari di gabinetto nominati da Coolidge per affrontare l’inondazione del Mississippi, i repubblicani hanno prodotto …

Continua…

Quale stato ha le peggiori inondazioni?

1: Louisiana: Uno stato rosso definito dalla sua storia di inondazioni Lo stato con la più alta percentuale di terra a rischio di inondazioni, la Louisiana è stato il luogo di una delle tempeste più devastanti della storia americana, l’uragano Katrina.

Continua…

Dove va la cacca a Venezia?

La maggior parte dei liquami di Venezia finisce direttamente nei canali della città. Tirando lo sciacquone, chi attraversa un ponte o risale un canale laterale in gondola può notare un piccolo fruscio d’acqua che emerge da un’apertura in un muro di mattoni.

Continua…

I ratti sono un problema a Venezia?

Venice Rat Problem – YouTube | Tempo – 0:00 [Inglese]

Continua…

Articolo precedente

Perché le mie piante di peperoncino appassiscono?

Articolo successivo

Come nutrire una palma maestosa?

You might be interested in …

Cos’è l’aritmia cardiaca non specificata?

Il termine “aritmia” si riferisce a qualsiasi cambiamento della normale sequenza di impulsi elettrici. Gli impulsi elettrici possono avvenire troppo velocemente, troppo lentamente o in modo erratico – facendo sì che il cuore batta troppo […]