2 Dicembre 2021
Expand search form

Chi ha vinto King of the Hammers 2018?

King of the Hammers è una gara selvaggiamente unica nel deserto della California meridionale che combina gli elementi più duri del rock crawling con gli aspetti più veloci delle corse nel deserto ad alta velocità e li impacchetta entrambi in un unico, lungo un giorno, dirt-blast e rock-stomp come nessun altro al mondo.

Il percorso di quest’anno era lungo 202 miglia e diviso in tre grandi anelli: il primo anello era il più o meno “normale” deserto ad alta velocità, dove i concorrenti si sono lanciati il più velocemente possibile sul deserto aperto ma in gran parte piatto. Questo ha aiutato a distribuire un po’ il campo. Questo è stato seguito da altri due giri, molto più lenti, di torturato, a volte quasi verticale, disperato strisciare la roccia su per i contorti canyon di massi che compongono i famigerati “Hammer Trails”.

Questi sentieri sono stati in giro per anni e molti locali li conoscono: Sledgehammer, Jackhammer, Claw Hammer e a quel punto hanno finito i martelli e hanno iniziato a usare altri nomi come Back Door, Outer Limits e pochi altri. Ma solo una manciata di temerari piloti ha osato provare a salirli. Gli Hammers attraversano giganteschi canali di scolo naturali pieni di massi grandi come… scegli il tuo elettrodomestico da cucina preferito: lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie. Non assomigliano affatto alla strada sterrata che avete appena “percorso” con la vostra Nissan Rogue. Sono mostri, terrificanti anche per i fuoristrada esperti.

Poi un giorno qualcuno ha detto: “Dovremmo provare a farli tutti in un giorno”. Così è nato King of the Hammers. All’inizio erano solo pochi amici, circa una dozzina, a farlo. O cercavano di farlo. Fu circa 12 anni fa che divenne un evento più organizzato. È cresciuta ogni anno e ora e i quattro eventi che la precedono costituiscono una celebrazione nel deserto che dura una settimana e che è stata chiamata il Burning Man a quattro ruote motrici (anche se con molte meno – se non nessuna – nudità e droghe).

Vincitori Scherer e co-pilota Jason Berger

I vincitori Scherer e il co-pilota Jason Berger

La settimana è iniziata con King of the Motos, un evento di due giorni e tre gare per motociclisti che inizia con una gara notturna in stile Dante. Poi c’è l’Holley EFI Shootout, una sorta di gara di accelerazione su massi. Poi una gara di 134 miglia Can-Am UTV King of the Hammers presentata da HRC per UTV, quello che tu ed io potremmo chiamare side-by-side, che copre molto dello stesso terreno dell’evento principale. L’evento finale, l’evento principale, è quello di cui state leggendo qui, il Nitto King of the Hammers Powered by Optima Batteries.

Quest’anno ha visto 102 partenti in veicoli altamente specializzati fatti apposta per questo tipo di gara. Queste macchine devono essere in grado di arrampicarsi su quelle lastre di roccia quasi verticali, di colpire massi grandi come maggiolini, e poi di attraversare a tutta velocità laghi asciutti e terreni desertici. Ogni costruttore di auto ha un’opinione diversa su cosa costruire. Alcuni dicono che gli assali solidi sono i migliori, alcuni indipendenti sono la strada da percorrere. Le dimensioni dei pneumatici vanno da 30 a 40 pollici. LS3s sono scelte popolari del motore, ma i propulsori sono tutti sopra la mappa. Qualsiasi cosa funzioni, funziona. E poi, a partire dalle 08:00 di venerdì mattina, i piloti del KOH vengono rilasciati nel deserto, due alla volta, ogni 30 secondi. Solo una manciata tornerà con le proprie forze e mentre c’è ancora un po’ di sole in cielo. Gli altri lotteranno, malediranno, rattopperanno e aggiusteranno i loro impianti per tutta la notte, alcuni inutilmente.

Quest’anno è stato il vincitore del passato Jason Scherer e il co-pilota Jason Berger, i due Jason, a vincere, ma non è stato facile. Per quasi tutte le 202 miglia Scherer è stato bloccato in un combattimento mortale con il due volte ex vincitore Randy Slawson, mentre i due si scambiavano il comando più e più volte. Una volta, in un boulder particolarmente difficile, Slawson ha effettivamente guidato sopra Scherer, proprio sopra la sua auto..

Il sole è tramontato e ancora miglia da percorrere

Il sole è tramontato e ancora miglia da percorrere

“Randy e io ci stavamo mescolando, andando avanti e indietro, probabilmente hai visto quello che è successo in fondo a Backdoor e poi siamo andati avanti e indietro su Outer Limits. E’ facile prendere all’amo qualcuno nelle rocce perché sei a caccia. Lui (Randy) è arrivato dietro di noi su Spooners e l’abbiamo lasciato andare e poi l’abbiamo passato, ma queste sono le corse e ci siamo divertiti ed è stato pulito. Poi ha guidato su la nostra macchina e io ho detto, “E’ fatta, fratello, è fatta”.

E lo è stato. Con Scherer in testa mentre il traguardo si profilava a quattro o cinque miglia davanti e la coppia che correva sulla superficie piatta e dura del Melville Dry Lake, l’auto di Slawson ha improvvisamente perso la trasmissione e si è fermata. Scherer ha preso la bandiera a scacchi. Slawson è stato elencato come DNF. Le corse danno e le corse tolgono.

Il tempo di Scherer di 7:08:25 per tutti e tre i giri è stato di 13 minuti davanti ai secondi classificati, e un altro due volte ex team vincente, Erik Miller e il co-pilota “Rugged” Robert Ruggier. Un minuto e mezzo dietro di loro c’era Wayland Campbell, che l’anno scorso è arrivato secondo a suo padre, il tre volte vincitore Shannon Campbell, nel primo 1-2 padre-figlio dell’evento.

Come si può intuire, nessuno pensava che fosse una gara facile.

“È stata una giornata impegnativa”, ha detto Scherer. “Vai veloce nel deserto, ma non così veloce da rompere la macchina. La nostra macchina funzionava bene e abbiamo ottenuto le sospensioni giuste. Non è stato difficile guidare l’auto in modo da potersi concentrare sul terreno, ci sono alcuni enormi G-out (punti in cui le sospensioni scendono duramente), è stata una cosa interessante tornare alle rocce e dover trovare quel ritmo. Sei caldo e sudato nelle rocce e poi vai nel deserto e tutto è fantastico e poi devi tornare alle rocce”.

Miller, nel frattempo, ha lottato contro una malattia indeterminata per tutto il giorno, ma è riuscito comunque a tagliare il traguardo in seconda posizione.

“È agrodolce”, ha detto Miller. “Abbiamo costruito questa macchina per tutto il mese scorso e abbiamo spinto duramente per portarla qui. Ci siamo spinti al limite per tutto il giorno. Mi sono svegliato sentendo come l’inferno e ho combattuto tutto il giorno. E’ stata una giornata sfortunata. Sono solo grato di essere qui”.

Da parte sua, Wayland Campbell era felice di essere arrivato terzo. O semplicemente felice di aver finito.

“È stata una giornata dura e sono contento di essere fuori dalla macchina. Una delle cinture (di sicurezza) ha colpito il mio sterno e dappertutto mi ha fatto molto male. Ho solo cercato di prendere tutti. Non potevo vedere nessuno, sentivo solo le chiacchiere alla radio su dove erano le persone e poi cercavo di andare più veloce. Eric Miller si è bloccato a un certo punto, ho visto un’altra linea e l’ho presa. Poi era di nuovo su di me, e mi ha aggirato ai box. Le piste sono cambiate notevolmente nel corso degli ultimi giorni, grazie a Dio abbiamo gomme da 40 pollici”.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Chi ha vinto il King of the Hammers 2017?

Shannon Campbell
Quest’anno, Shannon Campbell ha preso il trofeo per la terza volta, coronando le sue vittorie nel 2008 e nel 2011. Wayland, il figlio di Shannon, ha seguito il padre per soli 28 secondi, per una vittoria padre-figlio 1-2.

Continua…

Chi ha vinto il King of the Hammers 2019?

Jason Scherer
King of the Hammers 2019. Il King of the Hammers è la gara di un giorno più dura del mondo. Quest’anno ha vinto Jason Scherer, la sua seconda vittoria di fila e la terza complessiva. Secondo classificato Erik Miller al traguardo.

Continua…

Chi ha vinto il King of the Hammers 2021?

Randy Slawson
Randy Slawson taglia il traguardo per vincere la gara off-road King of the Hammers 2021 sabato 6 febbraio 2021, nella Johnson Valley OHV Area. Slawson ha precedentemente vinto la gara nel 2013 e nel 2015 con Michael Slawson.

Continua…

Chi ha vinto King of the Hammers 2016?

Erik Miller
Erik Miller esplode attraverso una delle sezioni di deserto aperto del 2016 10° Annual Nitto King Of The Hammers sulla sua strada verso la vittoria. Jason Sherer ha ottenuto il secondo posto nel 2016 10th Annual King Of The Hammers, finendo a pochi minuti da Erik Miller.

Continua…

Dove si svolge la gara King of the Hammers?

King of the Hammers è una gara off-road che combina corse nel deserto e rock crawling. Questa gara si svolge nel mese di febbraio su Means Dry Lake a Johnson Valley, California Stati Uniti. La gara è trasmessa in diretta su Internet all’indirizzo www.ultra4racing.com ogni anno.

Continua…

Dov’è koh2020?

2020 KOH 4WP Live Pre-Show 7 gennaio! Se ti sei perso il 2020 KOH 4WP Live Pre-Show a Riverside, CA 4WP location il 7 gennaio, puoi guardarlo ora sul nostro canale YouTube. Abbiamo parlato di tutto ciò che riguarda la Race Week, dal programma di gara alla WARN VIP Experience.

Continua…

Dove posso guardare King of the Hammers 2021?

Segui tutta l’azione del giorno della gara del King of the Hammers 2021 proprio qui tramite livestream gratuito con 14 ore di copertura da Johnson Valley, California, dell’ultima gara nel deserto. Lo streaming inizia alle 8 a.m. PT questo sabato, 6 febbraio, e sarà accessibile il giorno dalla homepage di RACER.com.

Continua…

King of the Hammers accadrà nel 2021?

2021 Hammers Week Schedule L’annuale King of the Hammers Presentato da Nitto Tire sarà il più grande fino ad oggi con uno spettacolo di venditori ampliato e intrattenimento aggiuntivo. L’evento si svolgerà durante la prima settimana di febbraio e la gara principale si terrà sabato 6 febbraio 2021.

Continua…

Quante persone c’erano a Koh 2020?

Oggi, la battaglia spontanea di fuoristrada per una cassa di birra – è tanto un festival e una celebrazione di tutto ciò che è fuoristrada quanto una gara, nonostante le gare che si svolgono – si è trasformata in una settimana di festa annuale che porta più di 50.000 persone da tutto il mondo a riunirsi nel deserto della California.

Continua…

Ci sarà un 2021 King of the Hammers?

Il Nitto King of the Hammers 2021, alimentato da OPTIMA Batteries, si terrà sabato 6 febbraio 2021.

Continua…

Quante persone ci saranno al King of Hammers 2021?

Combina corse nel deserto e rockcrawling in 200 miglia di piste estenuanti. Non c’è da meravigliarsi che quasi 80.000 persone inondino normalmente questa valle altrimenti deserta per assistere a tutto il caos.

Continua…

King of Hammers sarà trasmesso in televisione?

Il Journey to the Hammers TV show su NBC Sports è stato spostato di un’ora. … Questa mossa mette ULTRA4 in Prime Time per tutti i fusi orari tra la Eastern e la Pacific! A partire dal 1° settembre, gli episodi di KOH andranno in onda nel blocco orario delle 7PM del Pacifico e delle 10PM dell’Est!

Continua…

Quanto costa correre in King of the Hammers?

Pass di ingresso generale – $20 online $30 al cancello. Un pass a persona è buono per tutta la settimana KOH! I bambini fino a 10 anni sono gratis. I biglietti possono essere acquistati 24 ore al cancello anteriore a partire dalle 12PM il 2/1 – 2/10.

Continua…

Quanto costa entrare al King of the Hammers?

Sono $30 online per il pre-ordine, $40 di persona al cancello. I bambini fino a 10 anni sono gratis come sempre. Il prezzo è valido per un giorno o per l’intera settimana. Gli sconti per i militari sono disponibili solo al cancello con un ID militare.

Continua…

Quanto costa correre al King of the Hammers?

Pass di ingresso generale – $20 online $30 al cancello. Un pass a persona è valido per tutta la settimana KOH! I bambini fino a 10 anni sono gratuiti. I biglietti possono essere acquistati 24 ore al cancello anteriore a partire dalle 12PM il 2/1 – 2/10.

Continua…

Articolo precedente

Si possono dare vitamine umane alle piante?

Articolo successivo

Posso usare una mola per tagliare il metallo?

You might be interested in …

Come lavorano insieme enzimi e substrati?

Contribuito da Boundless Microbiologia generale a Boundless Gli enzimi catalizzano le reazioni chimiche abbassando le barriere dell’energia di attivazione e convertendo le molecole di substrato in prodotti. Descrivi i modelli di legame del substrato al […]