30 Novembre 2021
Expand search form

Chi era il paziente zero dell’HIV?

L’analisi genetica di campioni storici del virus dimostra che l’epidemia è arrivata per un’altra via.

Nel 1982, lo steward canadese Gaétan Dugas scrisse del peggioramento della sua malattia in una lettera a Ray Redford, il suo ex amante. Credendo di avere quello che veniva chiamato “cancro gay”, Dugas si era rasato i capelli prima della chemioterapia prevista. Si sentiva nudo senza, diceva. Come un alieno.

Dugas disse agli amici che era pronto a combattere e battere il cancro, ma morì nel 1984. A quel punto, gli scienziati e i funzionari della sanità pubblica avevano un nuovo nome, più formale, per la malattia che gli ha tolto la vita: HIV/AIDS. Anche a Dugas fu data un’altra etichetta. Quando l’attenzione dei politici e dei giornalisti fu attirata dalla crisi in corso, egli fu identificato come il ‘Paziente Zero’ dell’epidemia statunitense. Fu demonizzato come un consapevole e insensibile serbatoio di infezione e come un deliberato trasmettitore di malattie. È stato regolarmente paragonato a Mary Mallon, meglio conosciuta come Typhoid Mary – la cuoca che, diversi decenni prima, ignorò le istruzioni di non preparare il cibo, e infettò decine di persone a New York City con quella malattia batterica.

Trent’anni dopo, esistono ancora campioni del virus che chiuse il sistema immunitario di Dugas. E in una ricerca di questa settimana, gli scienziati della malattia riferiscono come hanno analizzato la sua sequenza genetica (M. Worobey et al. Nature http://dx.doi.org/10.1038/nature19827; 2016). I risultati sono importanti per due motivi. In termini clinici, mostrano che il virus di Dugas era, per molti versi, ineccepibile. E in termini umani, chiariscono il suo nome.

Dugas è stato identificato come Paziente Zero in un libro del 1987 sull’epidemia di AIDS, And the Band Played On (St. Martin’s), del giornalista Randy Shilts, morto nel 1994. Shilts dipinse Dugas come un cattivo, e trasformò una curiosità tipografica in un marchio di disonore. Gli scienziati americani avevano parlato con Dugas mentre indagavano su un gruppo di casi della nuova sindrome a Los Angeles nel 1982. Poiché non viveva nello stato, le sue note sul caso furono segnate come Paziente O per “Fuori dalla California”. Quando si vociferava, la designazione si confondeva con il numero zero. Come disse Shilts quando sentì per la prima volta la descrizione: “Ooh, è orecchiabile”.

L’autore presentò al mondo lo steward d’aereo come il peccatore originale. Un uomo il cui comportamento sconsiderato e il cui disprezzo per la salute dei suoi (molti) partner sessuali hanno aiutato l’epidemia di AIDS a prendere piede. Divenne noto come un amante guidato dall’odio, e uno straniero che portò la morte e la malattia sulle coste americane. Il mito ha contribuito a guidare la risposta politica alla malattia. Fu usato per chiedere leggi per fermare la trasmissione deliberata del virus, e alimentò l’ostilità verso una comunità che molti credevano avesse portato la malattia su se stessa come una perversa condanna del loro stile di vita.

Per anni gli storici della medicina si sono occupati della perniciosa storia di Dugas come Paziente Zero. Hanno sottolineato, per esempio, come ha aiutato gli epidemiologi a rintracciare un numero significativo dei suoi partner sessuali. E come i consigli scientifici dell’epoca fossero contraddittori e diffidati da persone la cui sessualità i medici avevano considerato un problema psichiatrico fino ad appena un decennio prima.

L’ultima analisi genetica completa la discolpa. Il virus è arrivato a New York City dai Caraibi intorno al 1970. Non c’è nulla nei campioni di Dugas che implichi lui e il suo comportamento come chiave della sua successiva rapida diffusione. Nella sua lettera del 1982, Dugas scrisse che “la mia mente sta ritrovando la pace”. RIP.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Chi è stato il primo malato di HIV?

1980s. 24 aprile, Ken Horne, residente a San Francisco, viene segnalato al Center for Disease Control con il sarcoma di Kaposi (KS). Più tardi, nel 1981, il CDC lo identificherà retroattivamente come il primo paziente dell’epidemia di AIDS negli Stati Uniti.

Continua…

Come è nato l’HIV?

L’infezione da HIV nell’uomo è arrivata da un tipo di scimpanzé dell’Africa centrale. La versione scimpanzé del virus (chiamata virus dell’immunodeficienza delle scimmie, o SIV) è stata probabilmente passata all’uomo quando l’uomo ha cacciato questi scimpanzé per la carne ed è entrato in contatto con il loro sangue infetto.

Continua…

Quando è stato trovato per la prima volta l’HIV negli esseri umani?

1959: Uomo congolese Una delle prime infezioni da HIV-1 documentate è stata scoperta in un campione di sangue conservato preso nel 1959 da un uomo di Léopoldville nel Congo belga. Tuttavia, non si sa se questa persona anonima abbia mai sviluppato l’AIDS e sia morta per le sue complicazioni.

Continua…

Come ha fatto la prima persona a prendere una MST?

“Due o tre delle principali MST [nell’uomo] sono venute dagli animali. Sappiamo, per esempio, che la gonorrea è arrivata dal bestiame all’uomo. Anche la sifilide è arrivata all’uomo dal bestiame o dalle pecore molti secoli fa, forse per via sessuale”.

Continua…

I cani possono dare malattie sessualmente trasmissibili all’uomo?

Mentre la maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili canine non può essere trasmessa tra le specie (ad esempio attraverso l’esposizione diretta al sangue infetto), alcune condizioni, come la brucellosi, possono infettare anche l’uomo.

Continua…

Qual è la più antica malattia venerea?

Un virus trovato nei frammenti genetici di alcuni resti in Germania, Kazakistan, Polonia e Russia ha dimostrato di avere resti dell’epatite B, dimostrata da 4.500 anni. Questi sono ufficialmente i più antichi frammenti di virus mai registrati dove i risultati sono stati pubblicati nel Journal of Nature.

Continua…

Un cane può mettere incinta una gatta?

Ma creare ibridi di animali molto distinti geneticamente l’uno dall’altro – come un cane e un gatto – è impossibile, come lo è dare alla luce una specie completamente diversa.

Continua…

Si possono avere preservativi per cani?

Animal Instincts usa preservativi finti per animali per promuovere la sterilizzazione. I pacchetti di preservativi contengono opuscoli che evidenziano l’importanza di far riparare il tuo animale domestico. Gli utenti che provano a navigare sul sito di Animal Instincts trovano presto il messaggio: “C’è solo una vera soluzione.

Continua…

Da quale animale è arrivata la sifilide?

La sifilide è arrivata all’uomo anche da bovini o pecore molti secoli fa, forse sessualmente”. L’IST più recente e più letale ad aver attraversato la barriera che separa gli uomini dagli animali è stato l’HIV, che gli uomini hanno preso dalla versione scimmiesca del virus negli scimpanzé.

Continua…

I vichinghi avevano le malattie sessualmente trasmissibili?

Un cranio danneggiato che si crede essere quello di un vichingo indica che gli antichi navigatori e saccheggiatori nordici portavano la sifilide come malattia sessualmente trasmissibile mentre violentavano e saccheggiavano l’Europa, dicono le autorità. Il ritrovamento può dimostrare che la sifilide esisteva in Europa 400 o 500 anni prima di quanto si pensasse.

Continua…

Esistono i preservativi per gatti?

Il mese scorso, vi abbiamo parlato di Tom Cat Condoms, il cui slogan è “Previeni una cucciolata, copri la tua creatura”. Il vero affare? Non proprio. Invece, sono uno strumento satirico brandito dal Feline Fix, un affiliato della Rocky Mountain Alley Cat Alliance, per incoraggiare la sterilizzazione degli animali domestici.

Continua…

Gli animali indossano preservativi?

I preservativi fatti con gli intestini degli animali – di solito quelli di pecore, vitelli o capre – sono rimasti lo stile principale fino alla metà del 1800. Utilizzati per prevenire sia la gravidanza che le malattie, questi preservativi rimanevano in posizione con un nastro che gli uomini legavano intorno alla base del loro pene.

Continua…

Come faccio a sapere se sono un vichingo?

Attraverso il test del DNA, è possibile rintracciare efficacemente il tuo potenziale vichingo interiore e scoprire se fa parte del tuo corredo genetico o meno. Tuttavia, non è definitivo al 100%. Non esiste un esatto gene nordico o vichingo che si tramanda attraverso le generazioni.

Continua…

Un uomo può rimanere incinta?

Le persone che sono nate maschio e vivono come uomini non possono rimanere incinte. Un uomo transgender o una persona non binaria può tuttavia essere in grado di farlo. Una persona può rimanere incinta solo se ha un utero. L’utero è l’utero, che è dove il feto si sviluppa.

Continua…

Un cane può ubriacarsi?

SÌ! È fin troppo facile che un bicchiere di birra lasciato nel patio sia un disastro per il cane. Mentre potrebbe sembrare divertente per un cane fare qualche giro e poi barcollare via, in realtà, questo è potenzialmente molto pericoloso per il cane.

Continua…

Articolo precedente

Come si aggiornano i battiscopa?

Articolo successivo

Cos’è l’aritmia cardiaca non specificata?

You might be interested in …

Cosa si intende per dominio sanitario?

Nell’articolo precedente, ho spiegato cos’è la conoscenza del dominio e l’importanza della conoscenza del dominio nell’industria del software IT. In questo articolo, spiegherò la conoscenza di base del dominio sanitario in breve. Informazioni sulla conoscenza […]