1 Dicembre 2021
Expand search form

Che cosa è considerato schiavitù?

Persone in un mercato. (Pixabay; 2017)

“Traffico di persone”, “traffico di esseri umani” e “schiavitù moderna” sono usati come termini ombrello per riferirsi sia al traffico di sesso che al lavoro coatto. Il Trafficking Victims Protection Act del 2000 (Pub. L. 106-386), modificato (TVPA), e il Protocollo per prevenire, sopprimere e punire il traffico di persone, specialmente donne e bambini, che integra la Convenzione delle Nazioni Unite contro la criminalità organizzata transnazionale (il Protocollo di Palermo) descrivono questo servizio forzato usando una serie di termini diversi, tra cui servitù involontaria, schiavitù o pratiche simili alla schiavitù, servitù per debiti e lavoro forzato.

Il traffico di esseri umani può includere, ma non richiede, lo spostamento. Le persone possono essere considerate vittime della tratta indipendentemente dal fatto che siano nate in uno stato di servitù, che siano state sfruttate nella loro città natale, che siano state trasportate nella situazione di sfruttamento, che abbiano precedentemente acconsentito a lavorare per un trafficante, o che abbiano partecipato a un crimine come risultato diretto della tratta. Al centro di questo fenomeno c’è l’obiettivo dei trafficanti di sfruttare e rendere schiave le loro vittime e la miriade di pratiche coercitive e ingannevoli che usano per farlo.

Traffico sessuale

Quando un adulto si impegna in un atto sessuale commerciale, come la prostituzione, come risultato di forza, minaccia di forza, frode, coercizione o qualsiasi combinazione di tali mezzi, quella persona è vittima della tratta. In tali circostanze, gli autori coinvolti nel reclutare, ospitare, attirare, trasportare, fornire, ottenere, patrocinare, sollecitare o mantenere una persona a tale scopo sono colpevoli di traffico sessuale di un adulto. Il traffico sessuale può avvenire anche attraverso una forma specifica di coercizione in cui gli individui sono costretti a continuare a prostituirsi attraverso l’uso di “debiti” illegali, presumibilmente contratti attraverso il loro trasporto, reclutamento o anche la loro “vendita”, che gli sfruttatori insistono a dover pagare prima di poter essere liberi. Anche se un adulto inizialmente acconsente a partecipare alla prostituzione è irrilevante: se un adulto, dopo aver acconsentito, viene successivamente tenuto al servizio attraverso la manipolazione psicologica o la forza fisica, lui o lei è una vittima della tratta e dovrebbe ricevere i benefici delineati nel Protocollo di Palermo e nelle leggi nazionali applicabili.

Traffico sessuale di bambini

Quando un bambino (di età inferiore ai 18 anni) viene reclutato, attirato, ospitato, trasportato, fornito, ottenuto, patrocinato, sollecitato o mantenuto per compiere un atto sessuale commerciale, non è necessario provare la forza, la frode o la coercizione perché il reato sia perseguito come traffico di esseri umani. Non ci sono eccezioni a questa regola: nessuna razionalizzazione culturale o socioeconomica altera il fatto che i bambini sfruttati nella prostituzione sono vittime della tratta. L’uso di bambini nel sesso commerciale è proibito dalla legge degli Stati Uniti e dagli statuti nella maggior parte dei paesi del mondo. Il traffico di sesso ha conseguenze devastanti per i bambini, tra cui traumi fisici e psicologici duraturi, malattie (compreso l’HIV/AIDS), tossicodipendenza, gravidanza indesiderata, malnutrizione, ostracismo sociale e persino la morte.

Lavoro forzato

Il lavoro forzato, talvolta definito anche traffico di manodopera, comprende una serie di attività – reclutare, ospitare, trasportare, fornire o ottenere – che si verificano quando una persona usa la forza o minacce fisiche, coercizione psicologica, abuso del processo legale, inganno o altri mezzi coercitivi per costringere qualcuno a lavorare. Una volta che il lavoro di una persona viene sfruttato con questi mezzi, il consenso precedente della persona a lavorare per un datore di lavoro è giuridicamente irrilevante: il datore di lavoro è un trafficante e il dipendente una vittima della tratta. I migranti sono particolarmente vulnerabili a questa forma di traffico di esseri umani, ma gli individui possono anche essere costretti a lavorare nei loro paesi. Le vittime femminili del lavoro forzato o vincolato, specialmente le donne e le ragazze in servitù domestica, sono spesso anche abusate sessualmente o sfruttate.

Lavoro coatto o servitù per debiti

Una forma di coercizione usata dai trafficanti sia nel traffico sessuale che nel lavoro forzato è l’imposizione di un vincolo o di un debito. Alcuni lavoratori ereditano un debito; per esempio, nell’Asia meridionale si stima che ci siano milioni di vittime della tratta che lavorano per pagare i debiti dei loro antenati. Altri cadono vittime di trafficanti o reclutatori che sfruttano illegalmente un debito iniziale assunto, consapevolmente o meno, come termine di lavoro. I trafficanti, le agenzie di lavoro, i reclutatori e i datori di lavoro, sia nel paese d’origine che in quello di destinazione, possono contribuire alla schiavitù del debito addebitando ai lavoratori commissioni di reclutamento e tassi d’interesse esorbitanti, rendendo difficile, se non impossibile, saldare il debito. Tali circostanze possono verificarsi nel contesto di programmi di lavoro temporaneo basati sull’occupazione, in cui lo status legale di un lavoratore nel paese di destinazione è legato al datore di lavoro, per cui i lavoratori temono di chiedere un risarcimento.

Servitù domestica

La servitù domestica involontaria è una forma di tratta di esseri umani che si trova in circostanze diverse – lavoro in una residenza privata – che creano vulnerabilità uniche per le vittime. Si tratta di un crimine in cui un lavoratore domestico non è libero di lasciare il suo impiego e viene abusato e sottopagato, se non addirittura pagato. Molti lavoratori domestici non ricevono i benefici di base e le protezioni comunemente estese ad altri gruppi di lavoratori – cose semplici come un giorno di riposo. Inoltre, la loro capacità di muoversi liberamente è spesso limitata, e il lavoro in case private aumenta il loro isolamento e la loro vulnerabilità. I funzionari del lavoro generalmente non hanno l’autorità di ispezionare le condizioni di lavoro nelle case private. I lavoratori domestici, soprattutto le donne, devono affrontare varie forme di abuso, molestie e sfruttamento, compresa la violenza sessuale e di genere. Questi problemi, presi insieme, possono essere sintomi di una situazione di servitù domestica. Quando il datore di lavoro di un lavoratore domestico ha uno status diplomatico e gode dell’immunità dalla giurisdizione civile e/o penale, la vulnerabilità alla servitù domestica è maggiore.

Lavoro minorile forzato

Anche se i bambini possono legalmente impegnarsi in alcune forme di lavoro, i bambini possono anche trovarsi in situazioni di schiavitù o simili. Alcuni indicatori del lavoro forzato di un bambino includono situazioni in cui il bambino sembra essere sotto la custodia di un membro non familiare che richiede al bambino di svolgere un lavoro che beneficia finanziariamente qualcuno al di fuori della famiglia del bambino e non offre al bambino la possibilità di andarsene, come l’accattonaggio forzato. Le risposte alla tratta dovrebbero integrare, non sostituire, le azioni tradizionali contro il lavoro minorile, come il recupero e l’istruzione. Quando i bambini sono ridotti in schiavitù, i loro sfruttatori non dovrebbero sfuggire alla punizione penale – cosa che accade quando i governi usano risposte amministrative per affrontare i casi di lavoro minorile forzato.

Reclutamento e uso illegale di bambini soldato

Il traffico di bambini soldato è una manifestazione del traffico di esseri umani quando comporta il reclutamento o l’uso illegale di bambini – attraverso la forza, la frode o la coercizione – da parte delle forze armate come combattenti o altre forme di lavoro. I perpetratori possono essere forze armate governative, organizzazioni paramilitari o gruppi ribelli. Molti bambini vengono rapiti con la forza per essere usati come combattenti. Altri sono costretti a lavorare come facchini, cuochi, guardie, servi, messaggeri o spie. Le giovani ragazze possono essere costrette a “sposarsi” o essere violentate da comandanti e combattenti maschi. I bambini soldato, sia maschi che femmine, sono spesso abusati sessualmente o sfruttati dai gruppi armati e questi bambini sono soggetti agli stessi tipi di conseguenze fisiche e psicologiche devastanti associate al traffico di sesso infantile.

Potresti anche essere interessato agli argomenti

Quali sono i 4 tipi di schiavitù?

Tipi di schiavitùTratta di sesso. La manipolazione, la coercizione o il controllo di un adulto che si impegna in un atto sessuale commerciale. … Traffico sessuale di bambini. … Lavoro forzato. … Lavoro minorile forzato. … Lavoro vincolato o servitù per debiti. … Servitù domestica. … Reclutamento e uso illegale di bambini soldato.8 maggio 2018

Continua…

Qual è un esempio di schiavitù?

Le forme moderne di schiavitù possono includere la servitù per debiti, dove una persona è costretta a lavorare gratis per pagare un debito, la schiavitù infantile, il matrimonio forzato, la servitù domestica e il lavoro forzato, dove le vittime sono costrette a lavorare con violenza e intimidazione. La BBC esamina cinque esempi di schiavitù moderna.

Continua…

Qual è un esempio di schiavitù moderna?

Forme di schiavitù moderna Le più comuni sono: Traffico di esseri umani. L’uso di violenza, minacce o coercizione per trasportare, reclutare o ospitare persone al fine di sfruttarle per scopi quali prostituzione forzata, lavoro, criminalità, matrimonio o prelievo di organi.

Continua…

Che tipo di schiavitù esiste ancora oggi?

Le stime globali indicano che ci sono ben quaranta milioni di persone che vivono in varie forme di sfruttamento note come schiavitù moderna. Questo include le vittime di lavoro forzato, schiavitù per debiti, servitù domestica, traffico di esseri umani, lavoro minorile, matrimonio forzato e schiavitù per discendenza.

Continua…

Quali sono le 3 categorie di schiavi?

Contents1.1 Schiavitù di tipo Chattel.1.2 Lavoro vincolato.1.3 Dipendenti.1.4 Lavoro forzato. 1.4.1 Bambini soldato e lavoro minorile.1.5 Matrimonio forzato.1.6 Altri usi del termine.

Continua…

Quanti schiavi ci sono oggi negli Stati Uniti?

Prevalenza. Il Global Slavery Index 2018 stima che in un qualsiasi giorno del 2016 ci fossero 403.000 persone che vivevano in condizioni di schiavitù moderna negli Stati Uniti, una prevalenza di 1,3 vittime di schiavitù moderna ogni mille nel paese.

Continua…

Cos’è la schiavitù in Africa?

La schiavitù è stata storicamente diffusa in Africa. … La schiavitù nell’Africa storica era praticata in molte forme diverse: La schiavitù per debiti, la schiavitù dei prigionieri di guerra, la schiavitù militare, la schiavitù per la prostituzione e la schiavitù dei criminali erano tutte praticate in varie parti dell’Africa.

Continua…

La schiavitù è ancora legale da qualche parte?

Nel 21° secolo, quasi tutti i paesi hanno legalmente abolito la schiavitù, ma il numero di persone attualmente schiavizzate nel mondo è di gran lunga superiore a quello degli schiavi durante la storica tratta degli schiavi dell’Atlantico.

Continua…

Quali sono i due tipi di schiavi?

La schiavitù oggiLa servitù domestica. I dipendenti che lavorano in case private sono forzati o costretti a servire e/o convinti in modo fraudolento di non avere la possibilità di andarsene.Traffico sessuale. … Lavoro forzato. … Lavoro vincolato. … Lavoro minorile. … Matrimonio forzato.

Continua…

Esiste ancora la schiavitù?

Le stime del numero di schiavi oggi vanno da circa 38 milioni a 46 milioni, a seconda del metodo usato per formare la stima e della definizione di schiavitù utilizzata. … L’Organizzazione Internazionale del Lavoro stima che, secondo le loro definizioni, più di 40 milioni di persone sono oggi in qualche forma di schiavitù.

Continua…

Quali stati hanno ancora schiavi?

Stati schiavisti 2021Arkansas.Missouri.Mississippi.Louisiana.Alabama.Kentucky.Tennessee.Virginia.Altri articoli…

Continua…

Chi ha iniziato la schiavitù in Africa?

Il commercio transatlantico di schiavi iniziò durante il XV secolo quando il Portogallo, e successivamente altri regni europei, furono finalmente in grado di espandersi oltremare e raggiungere l’Africa. I portoghesi cominciarono a rapire persone dalla costa occidentale dell’Africa e a riportare in Europa coloro che schiavizzavano.

Continua…

Quando è finita la schiavitù in Canada?

1834
La schiavitù stessa fu abolita ovunque nell’impero britannico nel 1834. Alcune giurisdizioni canadesi avevano già preso misure per limitare o porre fine alla schiavitù a quel tempo. Nel 1793 l’Alto Canada (oggi Ontario) approvò l’Anti-slavery Act.

Continua…

Quanto è durata la schiavitù negli Stati Uniti?

La schiavitù è durata in circa la metà degli stati americani fino al 1865. Come sistema economico, la schiavitù fu in gran parte sostituita dalla mezzadria e dal leasing dei detenuti. Al tempo della Rivoluzione Americana (1775-1783), lo status delle persone schiavizzate era stato istituzionalizzato come una casta razziale associata all’ascendenza africana.

Continua…

Da dove vengono gli schiavi africani?

La maggior parte delle persone schiavizzate nel Nuovo Mondo proveniva dall’Africa centro-occidentale. Prima del 1519, tutti gli africani trasportati nell’Atlantico sbarcavano nei porti del Vecchio Mondo, principalmente in Europa e nelle isole atlantiche al largo.

Continua…

Articolo precedente

Come mi sbarazzo dei moscerini o delle mosche della frutta?

Articolo successivo

Posso ottenere un mutuo per la casa con un punteggio di credito di 650?

You might be interested in …

Le gare di barrel racing sono pericolose?

Una nuova ricerca mostra che frustare e calciare i cavalli da barrel non sembra migliorare il tempo di corsa, ma sembra aumentare il comportamento indesiderato nel cavallo. “Ma non sembra esserci alcuna relazione tra l’uso […]

Qual è il miglior Bimini top?

Siamo specializzati nel procurarvi il giusto baldacchino bimini top per le vostre esigenze. Lo facciamo offrendo una vasta gamma di opzioni di baldacchino barca fatta dai materiali più durevoli grado marino tra cui Marinex e […]

Cos’è un indiano Zapotec?

Gli Zapotechi, conosciuti come il “Popolo delle Nuvole”, abitavano gli altipiani meridionali del Mesoamerica centrale, in particolare la Valle di Oaxaca, che abitarono dal tardo periodo preclassico alla fine del periodo classico (500 a.C. – […]